Sapevi che tue feci dicono molto sulas tua salute? A seconda della consistenza puoi capire come stai ed eventualmente quando ti devi preoccupare

Ti capita mai di notare una consistenza diversa delle tue feci? Da queste ultime puoi capire molto della tua salute, possono cambiare a seconda di molti fattori, ma in alcuni casi ti devi preoccupare e noi ti aiuteremo a capire quando, grazie all’aiuto di alcuni esperti.

Se le tue feci sono così ti devi preoccupare

Quello che mangi, lo stress e tanto altro, si sa che possono incidere sulla salute, non necessariamente infatti si tratta di patologie vere e proprie, i fattori che provocano l’aumento di stress sono davvero tantissimi, motivo per cui é bene conoscerne le conseguenze e proprio per questo vi parleremo dalle feci. Da queste ultime infatti, anche se vi sembra impossibile, si può capire più di quanto credi, spesso infatti sono le tue feci a dirti come stai. Ecco alcuni esempi.

Curiosità sulle feci

Sapevi che più vai in bagno e più la tua salute é ottima? Ti spieghiamo il perché. Secondo uno studio riportato molti anni addietro, sono stati analizzati tantissimi campioni su diverse popolazioni. Queste ultime hanno evidenziato che mediante una persona sana e completamente in salute espelle circa 150 grammi di feci al giorno, una media che é stata stabilita dopo aver analizzato tantissime persone. A seconda delle abitudini di vita e in base anche al quantitativo di fibre ingerito, la quantità può essere maggiore o inferiore se ne si consumano meno.

Secondo i esperti aver un colon svuotato bene e regolare, diminuisce il rischio di cancro al colon. Certo starete pensando sicuramente al fatto che per essere sicuri di fare il giusto quantitativo di feci allora, si deve andare in bagno con una bilancina, disgustoso direi. Non é necessario chiaramente arrivare a questo, basta riuscire ad andare in bagno ogni giorno, la media infatti può essere poco più o poco meno, ma comunque può variare di poco, salvo poi qualche caso in cui é troppo o troppo poco, in questo caso potrebbe essere in casi estremi dovuto ad prolasso interno della parete rettale che ostruisce il passaggio delle feci.

 

[caption id="attachment_58899" align="aligncenter" width="740"] woman hand holding toilet paper and sitting on the toilet[/caption]

Quando le feci ti devono preoccupare

Feci troppo dure e secche, acquose, viscide, nastriformi o filiformi, galleggianti, a palline o con tracce di muco o sangue, sono un chiaro segnale che qualcosa non ha funzionato correttamente durante i processi digestivi.
Ad esempio nel caso di feci secche o dure e risulta difficile espellerle, può essere legato ad una persona che soffre di stipsi o stitichezza, ma il segno è associato anche ad altre patologie come la sindrome dell’intestino irritabile o colite.

Sono quelle nastriformi o filiformi le più pericolose, perché potrebbero essere un segnale di avviso dell’intestino che probabilmente ci sta dicendo che c’è nel colon o nel retto una massa che ostrusce e quindi ne modifica la consistenza.

 

feci irregolari

Quando poi hanno una consistenza acquosa, potrebbe essere semplicemente legato ad un fattore momentaneo e va via in genere in pochi giorni. Invece viscide é abbastanza comune, in quanto nel colon é presente del muco che ne favorisce il transito, in entrambi i casi però se persiste per giorni, o il quantitativo é eccessivo é sempre meglio farne presente al medico di fiducia. Quando sono galleggianti invece può essere un semplice disturbo intestinale legato a meteorismo, anche in questo caso un esperto può aiutarvi a risolvere la situazione.

Discorso differente a seconda del colore, in quanto le feci normalmente devono avere un colore marrone o comunque scuro, quando sono troppo chiare, potrebbe essere un fattore legato sistema biliare, che coinvolge cistifellea, fegato e pancreas. Scure invece consumo di alcuni alimenti come la liquirizia o cibi ricchi di ferro, ma possono anche essere determinate dalla digestione di sangue.

Insomma se notate in modo persistente che le feci assumono, consistenza, colore o forma particolare, contattare un medico é la cosa più saggia, tante volte possono essere semplici cause, altre invece non sono da trascurare.