Pensioni, anche se non hai versato contributi, ti spetta comunque cosa devi fare

Pensioni, anche se non hai versato contributi, ti spetta comunque cosa devi fare. Ecco quanto si può arrivare a prendere

In generale per andare in pensione e ricevere il contributo statale è necessario nei lunghi anni di lavoro avere versato dei contributi, seppur minimi. Nel caso della pensione di vecchiaia, oltre ad aver raggiunto i 67 anni di età, è indispensabile aver versato almeno 20 anni di contributi, che in determinate condizioni possono diventare 15, o addirittura 15 in caso il lavoratore rientri nel regime contributivo e abbia compiuto 71 anni di età. Insomma, sui requisiti della pensione di vecchiaia la legge è davvero intransigente, e non accetta compromessi.

Pensioni, anche se non hai versato contributi, ti spetta comunque cosa devi fare 30082022 Nonsapeviche

Ci sono però tantissime persone che non hanno avuto modo di versare i contributi nella propria vita lavorativa. Magari perché hanno avuto lavori discontinui e di breve durata e non hanno avuto un impiego stabile, e che non sono riusciti a versare i contributi necessari. Per loro l’ordinamento ha comunque previsto un sostegno che possa aiutarli nella loro vecchiaia.

Pensione sociale, ecco chi ne ha diritto e qual è la cifra

Pensioni, anche se non hai versato contributi, ti spetta comunque cosa devi fare 30082022 Nonsapeviche

Si tratta della pensione sociale, o assegno sociale. Questa prestazione assistenziale richiede che si siano compiuti i 67 anni di età, proprio come nel caso della normale pensione. Entrambe sono infatti state adeguate alla crescente aspettativa di vita della popolazione. Tra gli altri requisiti che bisogna possedere per beneficiare dell’assegno sociale è necessario essere residenti in Italia, con una residenza effettiva e una dimora abituale. Inoltre è necessario che si abbia un reddito che non superi i 6.085,43 euro in caso il richiedente non sia una persona sola, e di 12.170,86 in caso siano coniugati.

Queste soglie vengono calcolate annualmente, così come la cifra mensile che viene erogata, che quest’anno è di 468 euro, che vengono versati per 13 mensilità per un totale di  6.085,43 euro l’anno. Solo in caso di reddito zero viene però concessa la cifra per intero, in caso contrario la cifra viene calcolata sottraendo a 6.085,43 il proprio reddito personale. In caso di reddito personale di 2000 euro per esempio, l’assegno ha un valore di circa 315 euro al mese per un totale di 4.085,43 euro. Come avviene per la pensione di vecchiaia, per ottenere la pensione sociale è necessario fare in prima persona domanda all’INPS. Tutte le informazioni sulle modalità e sui dettagli della pensione sociale sono disponibili e consultabili sul sito dell‘INPS