Autunno di rincari, anche un caffè al bar sarà un lusso

Autunno di rincari, anche un caffè al bar sarà un lusso. Da settembre prezzi alle stelle in tutto il settore della ristorazione

Un caffè nella capitale sta per diventare più costoso. E con esso centinaia di piatti di ristorante. E’ il risultato della difficile situazione economica del paese, fortemente influenzata della pandemia e peggiorata ulteriormente dallo scoppio della folle guerra in Ucraina.

Autunno di rincari, anche un caffè al bar sara un lusso 23082022 Nonsapeviche

Negli ultimi mesi si è avuto un grosso aumento dei costi delle materie prima e dei consumi, e i titolari di bar e ristoranti  hanno dovuto far fronte ad una nuova emergenza per cercare di rimanere a galla in questo mare che ormai da tempo è quanto mai in tempesta.

Ristorazione, prezzi alle stelle: da settembre anche un caffè costerà di più

Autunno di rincari, anche un caffè al bar sara un lusso 23082022 Nonsapeviche

Come rivelato dai rappresentanti della Fiepet-Confesercenti, il modo per i ristoratori di Roma di far fronte ai pesanti rincari e alla difficile situazione è per forza di cose dovuto essere un adeguamento dei menu, con un aumento dei prezzi. “Non ci sono alternative” fanno sapere.

Dal mese di Settembre sono attesi aumenti in tutto il settore della ristorazione. Un caffé al bar costerà dai 10 ai 20 centesimi in più, per un primo piatto al ristorante bisognerà pagare circa 2,50 in più, mentre il prezzo della pizza salirà di 1,50 euro.

Per via del rincaro delle bollette e delle materie prime, i titolari stanno affrontando delle spese praticamente raddoppiato rispetto al passato. Basti pensare che cibi e bevande sono aumentate di quasi il 7%, olio di semi e burro hanno superato il 17%. + 13% anche per la pasta, + 10% per la farina, per citare alcuni degli alimenti maggiormente utilizzati nel settore della ristorazione.

Purtroppo questi costi ricadranno anche sui consumatori, che si ritroveranno a pagare circa il 15% in più per il loro pasto in pizzerie o in ristorante.

Un altra ipotesi su cui si sta ragionando è quello di imporre al consumatore una tassa fissa qualora voglia consumare il proprio pasto nei tavoli esterni. Con il covid sempre più persone scelgono di mangiare all’esterno del locale, e per questo in molti stanno pensando ad una cifra che vada dai 2 ai 4 euro per il tavolo nello spazio esterno.