Covid quanti sono i giorni di isolamento da fare dai primi sintomi

In materia di covid, non tutti sanno quanti sono i giorni di isolamento da fare a partire dall’insorgere dei primi sintomi: ecco cosa dice uno studio al riguardo.

Oramai da circa due anni, il mondo intero si è ritrovato a dover fare i conti con l’infezione da covid sul quale sono stati eseguiti tantissimi studi volti a conoscere nel dettaglio tutte le informazioni relative al suo comportamento, ai sintomi e dunque al comportamento da adottare una volta che si è stati contagiati.

Covid quanti sono i giorni di isolamento da fare dai primi sintomi

A tal proposito, di seguito analizzeremo nel dettaglio il risultato a cui è giunto un gruppo di ricercatori riguardo alla durata dell’isolamento una volta che cominciano ad insorgere i primi sintomi.

Covid: quanto deve durare l’isolamento secondo uno studio

Covid quanti sono i giorni di isolamento da fare dai primi sintomi

Allo studio hanno partecipato circa 40 pazienti che erano entrati in contatto con soggetti positivi al covid in un periodo di tempo compreso tra settembre 2020 e il mese di marzo del 2022 durante il quale imperversavano il primo ceppo virale e la variante Alfa. Oltre al predetto periodo è stato preso in considerazione anche quello compreso tra i mesi di maggio e ottobre del 2021 caratterizzati dalla presenza della variante Delta. Ebbene, ogni singolo giorni si procedeva con il sottoporre i pazienti al tampone, sia nasale che faringeo, e chiedendo loro quali fossero i sintomi riscontrati.

Ciò che è emerso è che solo il 20 per cento dei pazienti era risultato contagioso in un periodo precedente i sintomi e che circa due terzi di loro erano infettivi ancora 5 giorni dopo l’insorgere dei sintomi. Infine, solo un quarto dei partecipanti è risultato contagioso anche dopo 7 giorni. Grazie a questi dati, uno degli autori dello studio dell’Imperial College, Ajit Lalvani, ha spiegato che è stato possibile capire quale sia il periodo in cui le persone risultano essere più contagiose. Nello specifico, gli esperti consigliano di isolarsi per 5 giorni a partire dall’inizio dei sintomi avendo cura di sottoporsi al tampone dopo il sesto giorno.

Se questo dovesse risultare negativo per due volte consecutive allora è possibile terminare l’isolamento mentre in caso contrario bisogna proseguirlo. Il gruppo di ricercatori, peraltro, ha sottolineato che il risultato ottenuto da questo interessante studio può essere applicato anche alle altre varianti in circolazione, tra cui Omicron.