Bonus libri scolastici, da 200 a 450 euro, come si richiede

E’ in arrivo il bonus libri scolastici che parte da un minimo di 200 euro fino ad un massimo di 450 euro. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sulle modalità di richiesta.

Sostenere la spesa per i libri scolastici mai come in questo periodo può risultare davvero difficile per questo è stata prevista la possibilità di usufruire di un bonus che va da un minimo di 200 euro fino ad un massimo di 450 euro. Si tratta di una misura che può essere richiesta seguendo determinate modalità.

Bonus libri scolastici, da 200 a 450 euro, come si richiede

Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere riguardo a questo nuovo bonus che si propone di aiutare le famiglie a sostenere la spesa per i libri scolastici.

Bonus libri scolastici: ecco come funziona

Bonus libri scolastici 20220810 nonsapeviche.com

Tra i destinatari del bonus in questione ci sono le famiglie che hanno figli iscritti alla scuola media o superiore come anche alle strutture statali, paritarie e quelle che erogano percorsi formativi. Per quanto concerne le modalità di richiesta questa può avvenire semplicemente consultando il bando avviato nella propria Regione. La domanda dunque va presentata online, ricordando agli interessati che ciò è possibile soltanto nel caso in cui lo studente per cui si richiede l’agevolazione sull’acquisto dei libri per la scuola non abbia superato i 16 anni di età.

La legge in esame, inoltre, stabilisce che ogni Regione stabilisca la soglia relativa all’ISEE. Nello specifico, nel Lazio questo non dovrà essere superiore ai 15.493,71 euro mentre in Emilia Romagna il limite è leggermente più altro, ossia 15.748,78 euro. Ancora, in Puglia, il limite di Isee per l’accesso al bonus è di 10.632,94 euro, mentre in Lombardia di 15.748,78 euro.

Per quanto concerne il Trentino Alto Adige, qui, è prevista la fornitura di libri scolastici del tutto gratuita, in comodato d’uso. Questo vale sia per gli studenti che svolgono formazione professionale presso Istituti siti in provincia come anche per quelli della scuola secondaria di primo grado. Ciò detto si tratta senza ombra di dubbio di una misura estremamente importante mai come in questo periodo in cui le famiglie si ritrovano a dover fare i conti con una aumento dei prezzi senza precedenti. Riuscire a beneficiare di un aiuto economico concreto per pagare le spese sull’acquisto di libri scolastici dunque consente di alleviare il carico che pende sulle famiglie.