Scegliere la scuola superiore giusta è una decisione importante per i ragazzi, che ne condizionerà la crescita e le ambizioni professionali future. Per evitare di commettere errori, è bene sapersi orientare nella complessa offerta formativa.

[caption id="attachment_32994" align="alignnone" width="1280"]scuola Classe scolastica[/caption]

Entro il mese di gennaio di ogni anno gli studenti, che frequentano la terza media, si ritrovano a scegliere la loro futura scuola superiore. Il ventaglio delle opzioni è variegato, tra licei, istituti tecnici e professionali, per questo la decisione deve essere in linea con le ambizioni professionali dei giovani e deve rispettare le loro aspettative culturali. Per effettuare l’iscrizione migliore, più consona alle proprie passioni e alla propria personalità, gli studenti devo prestare attenzione all’orientamento per non fare confusione nella ricca offerta formativa del sistema scolastico italiano. 

La prima cosa da sapere nel corso di questa scelta è che non esistono indirizzi o scuole più facili di altre, quindi bando alle decisioni frettolose basate su criteri poco attinenti. Le superiori determineranno anche le possibilità professionali future, ecco perché bisogna selezionare senza stratagemmi di sorta.

Certamente, a ogni tipo di scuola corrisponde anche un probabile percorso formativo o lavorativo: se, ad esempio, l’idea è quella di trovare un impiego al termine del periodo scolastico e non proseguire con la carriera universitaria, sicuramente un indirizzo tecnico o professionale è l’opzione ideale. Al contrario, il liceo sarà la scelta più appropriata per aprire le porte alle diverse facoltà. Ma anche in questo caso, la strada non è scontata e già segnata, poiché quando si è giovani tutto è possibile e non è mai troppo tardi per cambiare idea

LEGGI ANCHE >>> Cambiare scuola non è una cosa facile, ecco come fare senza avere problemi

Scuola superiore, quale scegliere?

scuola superiore
Diploma

Come scegliere la scuola superiore più adatta? Intanto è bene affidarsi ai test di orientamento e alle giornate organizzate dai vari istituti, che permettono di conoscere in anticipo un assaggio di quello che sarà il percorso futuro. L’iscrizione in genere avviene dopo il mese di gennaio di ogni anno, ecco perché già da adesso è bene farsi un’idea e pensare a questo step tanto importante.

Nel sistema scolastico italiano, la scuola secondaria superiore dal 1° settembre 2010 è così organizzata: 6 licei; istituti tecnici, suddivisi in 2 settori con 11 indirizzi; istituti professionali suddivisi in 2 settori con 11 indirizzi. La scelta, dunque, è ampia e variegata. Il consiglio generale, per comprendere la bontà di una scuola, è quello di consultare i cosiddetti POF, ossia i Piani dell’Offerta Formativa: sono documenti in cui è articolata l’offerta scolastica dell’istituto, comprese le attività extra-curriculari.

LEGGI ANCHE >>> Educazione fisica obbligatoria a scuola: come diventare insegnanti