Anziani e il caldo, ecco le 7 regole per conviverci senza pericoli

Anziani e il caldo ecco le 7 regole per conviverci senza pericoli. Con queste semplici regole si elimineranno i rischi di cali di pressione e disidratazione.

Il caldo asfissiante non accenna a fermarsi. Da giorni ormai nel nostro paese continuano a registrarsi temperature davvero elevatissime.  L’afa soffocante aumenta notevolmente i rischi di cali di pressione, disidratazione o malori.

Soprattutto le persone di una certa età sono particolarmente a rischio. Per questo è importante che loro, e chi si prende cura di loro standogli vicino ogni giorno, prestino attenzione al file di tutelarne la salute ed evitare incidenti dovuti al troppo caldo. Per farlo basterà seguire alcuni semplici regole.

Caldo, le regole da seguire per eliminare i rischi: i consigli da seguire per gli anziani

Intanto è importante ricordare di mantenersi sempre idratati. Bere acqua (almeno un litro e messo al giorno) è importante per evitare problemi legati alla disidratazione. Per assicurarsi che il proprio corpo abbia la giusta quantità di liquidi è importante inserire nella propria dieta il giusto apporto di frutta fresca e verdure. Meglio evitare invece cibi poco salutari, come quelli particolarmente grassi o fritti.

In caso di eccessivo caldo, stare in casa, evitare di uscire (soprattutto nelle ore più calde), chiudere porte e finestre e accendere i ventilatori. Rinfrescarsi periodicamente con docce o bagnandosi viso e braccia .

Meglio fare arieggiare gli ambienti nelle ore più fresche. Attenzione anche alle medicine prese: non cambiare per nessun motivo terapia, ma in caso di effetti indesiderati legati al caldo è necessario contattare il medico.

Quando si esce, scegliere con cura i propri abiti, optando per tessuti leggeri. Riparare la testa con un cappello e il viso con occhiali da sole per evitare colpi di calore. In caso di viaggio in macchina, assicurarsi che il veicolo sia ben ventilato. Viaggiare con i finestrini abbassati in modo da creare un ambiente ben ventilato, o con l’aria condizionata. E’ consigliabile, come detto, limitare le uscite nelle ore più calde a meno che strettamente necessarie e prediligere un orario più fresco.

Queste regole possono davvero preservare la salute delle persone più fragili ed evitare di correre inutili rischi. Queste vanno seguite alla lettera dalle persone di una certa età, ma anche da chi sta loro vicino. Non sempre infatti la persona anziana si rende conto del tempo che passa, e sentendosi in forze può sottovalutare i rischi del troppo caldo.