Il tuo documento in vendita a 25 euro: ecco dove succede e a chi

Bisogna prestare moltissima attenzione ai propri documenti di identità, soprattutto in relazione all’utilizzo che ne viene fatto online, dato che qui può essere venduto anche a circa 25 euro. Ecco cosa c’è da sapere in merito.

Ebbene sì, l’avvento di Internet ha cambiato ha cambiato l’approccio alla vita sotto ogni punto di vista, anche in relazione alla gestione dei propri documenti sia in riferimento a pagamenti online o per incombenze di carattere amministrativo, ecc… Una vera e propria rivoluzione che al tempo stesso, però, ha incrementato anche il rischio di essere vittime di frodi online e non solo.

A innescare un nuovo allarme sul web sono dei portali dove è possibile trovare una copia digitale dei propri documenti e che viene venduta online, ovvero per i quali viene richiesto un riscatto monetario.

Documenti di identità venduti a 25 euro

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, nel corso degli ultimi anni sono aumentati considerevolmente le truffe messe in atto online a danno degli utenti e che si vedono sottratti i documenti di identità.

In particolar modo, facciamo riferimento a nuovi a documenti esfiltrati dalle infrastrutture IT di aziende, contenuti anche nelle raccolte di passati databreach o fuoriuscite di dati, facendo perno sul mancato pagamento del riscatto da parte di un ransomware.

Identità vendute online

Un esempio pratico per capire quanto annunciato precedentemente, dunque, è rappresentato dalla piattaforma BreachForums, qui dove vengono venduti passaporti e ID Card di vari utenti. Attraverso questo servizio si può entrare in possesso di servizi che richiedono ogni tipo di immagine e/o impronta digitale di utenti e che vengono venduti senza che loro ne vengano messi a conoscenza.

Le identità raccolte, inoltre, vengono sfruttate per realizzate identità false e da usare poi in varie truffe a danno degli utenti e non solo. Molto spesso gli spesso, inoltre, tali documenti vengono anche sfruttati anche per la costruzione di identità false e vendute, così, al miglior offerente anche per un ammontare di soli 25 euro.