Soffri di ritenzione idrica? Ecco cosa devi mangiare

Per poter contrastare in maniera efficace il problema legato alla ritenzione idrica è molto importante essere a conoscenza di quello che si può e non si può mangiare.

La ritenzione idrica è un inestetismo che colpisce tantissime persone, soprattutto le donne. Anche se può sembrare difficile debellarla in maniera efficace, attraverso un corretto piano alimentare è possibile ottenere risultati davvero soddisfacenti.

Soffri di ritenzione idrica? Ecco cosa devi mangiare

Ecco quali sono i cibi che si possono mangiare nel caso di ritenzione idrica in modo tale da combatterla in maniera efficace. Grazie a questi consigli sarà possibile ottenere un risultato davvero soddisfacente.

Ritenzione idrica: gli alimenti che consentono di combatterla efficacemente

Soffri di ritenzione idrica? Ecco cosa devi mangiare

La ritenzione idrica indica una condizione che si verifica quanto nell’organismo tendono a trattenersi liquidi. Si tratta di un disturbo che affligge tantissime persone e che tende a peggiorare con il caldo e dunque con le alte temperature. Tale disturbo può causare una serie di spiacevoli sintomi tra cui gonfiore e senso di pesantezza. Per riuscire a contrastarla in maniera efficace è importante sapere quali alimenti eliminare dal proprio piano alimentare e quali invece preferire. Gli esperti, in particolare, consigliano di evitare i cibi ricchi di zuccheri che favoriscono l’accumulo di liquidi.

Di conseguenza, a colazione, si consiglia il consumo di tè verde che si caratterizza per essere estremamente disintossicante. In abbinamento a quest’ultimo, gli esperti suggeriscono di optare per i cereali integrali estremamente ricchi di fibre. Per il pranzo, il suggerimento è quello di scegliere della rucola in abbinamento a legumi o cereali tra cui il farro. A cena, invece, è possibile concedersi carni magre o pesce accompagnate da zucchine o comunque verdure in quantità.

Ovviamente non può mancare la frutta, ricca di acqua e di sali minerali come, ad esempio potassio e magnesio. Tra i più consigliati ci sono il melone, le pesche, ma anche i frutti di bosco. Un altro aspetto a cui prestare attenzione è sicuramente una corretta idratazione. A tal proposito, per combattere il problema in esame il consiglio è quello di bere almeno due litri di acqua al giorno in modo tale da consentire all’organismo di espellere i liquidi in eccesso.