Pesche, proprietà e controindicazioni

Dolci e gustose, le pesche sono il frutto di stagione per eccellenza: ecco le loro proprietà benefiche e le controindicazioni.

In estate la frutta di stagione è così dolce e succosa che scegliere quale mangiare è davvero un’impresa ardua! Tra tutte, però, le pesche sono davvero quelle più scelte e consumate. Sarà per il loro sapore zuccherino e la consistenza non troppo morbida, o per le tante varietà preseti in natura. 

Questo frutto originario dalla Cina giunse in epoca remota in Europa attraverso la Persia. Ecco quali sono le sue proprietà e le sue controindicazioni: scopriamo insieme tutti i valori nutrizionali!

Pesche, proprietà e controindicazioni: quali sono i valori nutrizionali?

Pesche, proprietà e controindicazioni

Le pesche presentano pochissime calorie a fronte della presenza di moltissime varietà dalle forme, dalle consistenze dai gusti più disparati. Per ogni 100g di frutto, infatti, ci sono solo 39Kcal: a causa di questo valore e della grande quantità d’acqua al suo interno, è indicato anche nei regimi dietetici ipocalorici. 


LEGGI ANCHE: Come coltivare le fragole in casa: consigli utili


Ma non solo! Al loro interno sono presenti una grande quantità di vitamine e sali minerali che li rendono anche altamente dissetanti e sazianti. In grande abbondanza, infatti, sono presenti la vitamina C, la vitamina E e la vitamina B3. Beta-carotene e luteina lo rendono anche un ottimo antiossidante.


LEGGI ANCHE: Dal nocciolo delle albicocche alla pianta: ecco come fare


Consumare le pesche in estate, dunque, apporta numerosi benefici al nostro organismo. ll potassio contribuisce a ridurre la pressione arteriosa mentre la vitamina C aiuta a stimolare il sistema immunitario. La stessa presenza di potassio, inoltre, lo rende anche un eccellente diuretico.

Quali controindicazioni?

Non ci sono particolari controindicazioni nel consumo di questa frutta, nè tanto meno effetti negativi a meno che non si è allergici. Ovviamente, l’accortezza è sempre quella di non esagerare o eccedere con le quantità ingerite quotidianamente.

Inoltre, come ogni frutto, non è consigliabile consumarle dopo il pasto in quanto potrebbe fermentare e provocare mal di stomaco, soprattutto se ingerita con i carboidrati. Prestate attenzione anche al nocciolo della pesca in quanto tossico.

Pesche, proprietà e controindicazioni