Dieta per il colesterolo alto, cosa mangiare e cosa no

Dieta per il colesterolo alto, cosa mangiare e cosa no. Per riportare i valori nella norma si parte dall’alimentazione

Il colesterolo è una molecola fondamentale per il funzionamento del nostro organismo. Si divide in colesterolo buono (Hdl) e colesterolo cattivo (LdL). Quando i livelli di LDL superano i livelli considerati normali può rappresentare un grande rischio per la nostra salute. Questo si deposita infatti nelle arterie, e aumenta il rischio che possano svilupparsi malattie cardiovascolari.

dieta per il colesterolo alto, cosa mangiare e cosa no 29062022

Il colesterolo viene assunto solitamente tramite il cibo. Per questo la dieta è particolarmente importante nel riportare i livelli del colesterolo in una soglia di sicurezza e nel tenerli sotto controllo. Alcuni alimenti possono infatti alzare o abbassare i livelli del colesterolo e bilanciare il rapporto tra LDL e HDL

Valori del colesterolo troppo alti, come cambiare la propria dieta

dieta per il colesterolo alto, cosa mangiare e cosa no 29062022

A fare aumentare i livelli di colesterolo contribuiscono in particolar modo i cibi grassi, che andrebbero quindi evitati. Bisogna invece prediligere una dieta fatta di frutta, verdura, cereali integrali e legumi. Gli alimenti di origine vegetale sono infatti privi di colesterolo. E’ bene inserire nella dieta alimenti che siano ricchi di betacarotene (antiossidante naturale che viene trasformato dal corpo in vitamina A) e di vitamina C.  Kiwi, arance e limoni sono per esempio ricchi di vitamina C, e sono per questo ottimi per abbassare i livelli di colesterolo. In generale la frutta è un ottimo rimedio contro valori troppo alti. Anche uva, mele, mirtilli, pompelmo, fragole, avocado, bergamotto, melograno, albicocche e melone sono ottime soluzioni da integrare nella propria dieta.

Privilegiare poi l’utilizzo di verdura a foglia verde, ricca di betacarotene. Spinaci, broccoli e cicoria sono ricchi di questa sostanza, ma anche carote, finocchi, prezzemolo, cavolo e zucca. Aiutano contro il colesterolo anche carciofi, aglio, cipolla, porri, barbabietola e pomodori.

Bisogna integrare poi nella dieta ingredienti ricchi di vitamina E, come per esempio oli di semi, come girasole, o di mais, oltre all’olio di oliva. Via livera anche a riso e frutta secca, come noci, nocciole, mandorle, pistacchi, arachidi.

E’ bene quindi tenere sempre sotto controllo i valori del colesterolo e in caso di livelli a rischio ridefinire le proprie abitudini alimentari, abbandonando i cibi grassi e orientandosi verso una dieta ricca di frutta e verdura che possa aiutare a riportare la situazione sotto controllo.