Presentare il 730 da oggi ha molti più vantaggi, non solo si includono le spese mediche, ma molto altro ancora, questa nuova detrazione é tutta da sciprire.

Tutti conosciamo le detrazioni per le spese mediche, ma bisogna approfondire bene il discorso ,perché non inculdono solo quelle ma molto altro ancora, in questo articolo cercheremo di farvi scoprire tutto quello che c’è da sapere.

i vantaggi del 730

Come sappiamo, per tutte le spese riguardanti la salute, anche quelle degli animali domestici, sono previste detrazioni d’imposta. Le spese mediche di qualunque genere, visite specialistiche, acquisti di medicinali, danno la facoltà di ottenere una detrazione d’imposta del 19% sulla somma che supera la franchigia di 129,11 euro, quindi bisognerà calcolare la somma di tutte le spese sostenute e su tutto l’eccesso rispetto alla somma di 129,11 euro ci sarà la detrazione del 19%.

La detrazione

La detrazione si applica sull’intero importo eccedente l’importo della franchigia, tra le altre, si possono detrarre anche le spese sostenute per essersi avvalsi di personale paramedico purché abbia tutte le qualifiche del caso a svolgere la mansione, per assistenza infermieristica del tipo fisioterapia, laserterapia ecc.

detrazione visite mediche

La detrazione spetta anche per le spese fatte per l’ acquisto o affitto di dispositivi medici, per indagini radioscopiche, analisi. Tutte queste spese dovranno essere indicate nella dichiarazione dei redditi e la detrazione verrà calcolata sull’importo eccedente i 129,11 euro.

Come ottenere la detrazione

Per ottenere la detrazione, bisognerà certificare le spese sostenute con lo scontrino parlante o la fattura dove viene indicato il codice fiscale dell’acquirente oltre la natura,la qualità e quantità del prodotto. E’ bene specificare, che per quanto riguarda le prestazioni specialistiche ,non tutte sono soggette a detrazione ,ma solo quelle di natura sanitaria che servono a curare una patologia e devono essere sostenute da medici specializzati abilitati.

spese mediche

Sono detraibili anche le spese affrontate per la procreazione medicalmente assistita, possono farlo entrambi della coppia nella misura del 50% ciascuno. Rientrano tra le spese detraibili anche quelle di interventi chirurgici, anche quelli effettuati in day hospital purché sempre sostenuti da un medico chirurgo anche senza nessun obbligo di degenza , ovviamente devono rientrare tra gli interventi chirurgici necessari per la cura di una patologia. Anche interventi a luce pulsata possono essere inseriti nelle detrazioni, purché siano effettuati per sopperire a danni estetici provocati dall’irsutismo e si rispettino determinate condizioni.