Nuovo bonus 730 fino a 1000 euro, come averlo e richiederlo

Nuovo bonus 730 fino a 1000 euro, come averlo e richiederlo e quali sono i requisiti da presentare.

Ecco in arrivo il nuovo bonus di 730 € fino a 1000 €. Questa è una delle novità importanti che troviamo nella dichiarazione dei redditi 2022, ma a chi e per cosa è rivolto questo bonus? In questo periodo post Covid sono stati vari i sussidi che il Governo ha posto in essere per supporto alle famiglie che hanno l’ISEE basso e che hanno bisogno di un supporto fattivo da parte dello Stato.

nuovo bonus da 730 a 1000 euro

Anche per quanto riguarda i settori, sono state messe in campo delle cifre a supporto della popolazione, bonus come questo che vede la copertura della spesa per le attività svolte dai figli minori a carico.

Nuovo bonus 730 fino a 1000 euro

Arriva questo nuovo bonus da parte del Governo centrale a supporto delle famiglie che hanno una bassa dichiarazione dei redditi. Si parla di un bonus fino a 1000 € che è rivolto a coloro che abbiano figli minori a carico che praticano lo studio della musica. Questa misura è stata creata dal governo Draghi e non rientra nel Decreto Rilancio 2020 che invece ha introdotto il bonus da 200 € per le famiglie che vogliono farla studiare musica ai propri figli. I bonus musica 2022 prevede però, dei requisiti specifici e si va a configurare nella detrazione di imposta ed ovviamente non spetta a tutti.

bonus

Questo bonus è rivolto soltanto alle famiglie a basso reddito che abbiano a carico figli minori che fanno musica ed è una detrazione fiscale pari al 19%, come abbiamo detto, fino ad un massimo di 1000 € ed è riservata ai nuclei familiari che abitano un reddito complessivo inferiore a 36.000 € . Si fa riferimento alle spese che sono state sostenute nel 2021 inerenti l’iscrizione annuale oppure l’abbonamento dei ragazzi e bambini dai 5 ai 18 anni che sono iscritti presso dei conservatori di musica, istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica legalmente riconosciute, scuole di musica iscritte nei registri regionali, cori e bande e scuole di musica riconosciuti da una Pubblica Amministrazione per lo studio e la pratica della musica.

L’Agenzia delle Entrate sottolinea che il contribuente potrà usufruire di questa detrazione soltanto se il suo reddito è basso e come abbiamo detto non supera i 36.000 €. Anche per quanto riguarda i familiari fiscalmente a carico ad esempio i figli, la detrazione spetta anche se le spese sono state sostenute dagli stessi familiari. Infatti questa detrazione potrà essere ripartita tra gli aventi diritto come i genitori. La novità è che il bonus e concesso come detrazione fiscale pari appunto al 19% dei costi sostenuti.

[caption id="attachment_47781" align="alignnone" width="740"]Assegno unico famiglie - NonSapeviChe bonus famiglie – NonSapeviChe[/caption]

Per quanto riguarda i pagamenti il bonus musica spetterà a decorrere dal periodo d’imposta del 1 gennaio 2021 ed è rivolto al pagamento dei corsi di musica che però siano tracciabili ovvero effettuato tramite un versamento postale, un versamento bancario, con carte di debito, con carte di credito, assegni bancari, circolari, oppure con carte prepagate.

Il bonus potrà essere utilizzato per ridurre il carico di tasse eventualmente da dover pagare essendo appunto, come ribadito più volte, utilizzato come credito di imposta. È più o meno lo stesso concetto per quanto concerne la questione delle spese mediche o le altre detrazioni previste a norma di legge. Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti verrà riconosciuto in busta paga e quindi non è necessario presentare una domanda specifica. Per richiedere invece la detrazione basta compilare il modello sette 302022 e l’agevolazione è identificata con un codice e 45.