Carboidrati nemici della dieta? Assolutamente no. Non eliminarli mai dal tuo regime alimentare, aumentano i rischi per la tua salute

Quando si decide di mettersi a dieta il primo istinto è quello di eliminare i nutrienti che sulla carta fanno più ingrassare, come per esempio i carboidrati. Si pensa che eliminando pane e pasta dalla nostra alimentazione possa aiutare a raggiungere prima il traguardo che ci siamo prefissi.  Niente di più falso.

pane e pasta nella dieta non devono mai mancare, parole degli specialisti 03062022 Nonsapeviche

La parola d’ordine quando si inizia un qualsiasi tipo di dieta è equilibrio. Tutti i principali nutrienti devono essere presenti nella nostra alimentazione. Sarà il nutrizionista o il dietologo a dire in quale modo andranno integrati e in che quantità. Eliminare senza appello i carboidrati però non è solo sbagliato ma addirittura nocivo per il nostro organismo.

Carboidrati, ecco perché non vanno mai eliminati dalla nostra dieta

pane e pasta nella dieta non devono mai mancare, parole degli specialisti 03062022 Nonsapeviche

I carboidrati infatti sono indispensabili per la nostra salute e per avere una buona forma fisica. Uno studio statunitense pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine ha rilevato un maggiore rischio di coloro che eliminano i carboidrati di ammalarsi di tumore o sviluppare problemi cardiaci. Chi elimina i carboidrati in favore di proteine animali ha il 12 % in più di rischio di mortalità. Se si parla di carne, in particolare, il rischio sale al 14 % per quanto riguarda i problemi cardiaci, e al 28 % per il rischio di tumore.  Questo perché i carboidrati forniscono all’organismo l’energia necessaria per funzionare correttamente. Svolgono quindi importantissime funzioni biologiche.

E’ importante però fare una distinzione tra tipi di carboidrati. Quelli semplici (zucchero, fruttosio, galattosio) si trasformano subito in energia immediata e vengono assorbiti rapidamente. I carboidrati complessi invece richiedono una digestione lunga e quindi più tempo per essere trasformati. Questi però forniscono energia in modo graduale. Si trasformano, in poche parole, in carburante.  Di questi fanno parte l’amido, che si trova nei cereali, nei legumi secchi e nelle patate, e aiuta a controllare i valori della glicemia nel sangue, e le fibre alimentari, che invece si possono assimilare da ortaggi, frutta e legumi freschi e favoriscono il transito intestinale e la digestione.

Rinunciare all’azione benefica dei carboidrati è quindi estremamente dannoso per il nostro organismo. Per questo, quando si parla di diete, il consiglio è sempre quello di affidarsi a professionisti del settore che sappiano predisporre un piano adatto alle nostre esigenze evitando di compiere azioni dannose per il nostro organismo.