Sono 8 gli antidolorifici naturali di cui non immaginate l’esistenza, super efficaci

In natura esistono degli antidolorifici di cui non immaginate l’esistenza e che nella maggior parte dei casi possono rivelarsi davvero molto efficaci. Scopriamo insieme quali sono.

Ci sono alcune patologie che possono essere curate senza ricorrere alla medicina tradizionale. Il riferimento, in particolare, è a 8 antidolorifici naturali che possono rivelarsi davvero molto efficaci.

Sono 8 gli antidolorifici naturali di cui non immaginate l'esistenza, super efficaci

Ciò detto scopriamo insieme quali sono e in quali casi possono rivelarsi particolarmente efficaci.

Antidolorifici naturali: ecco quali sono gli 8 più efficaci

L’obiettivo degli antidolorifici è quello di ridurre il dolore. Nel caso dei medicinali che presentano questa funzione viene inibita l’attività di specifici enzimi che sono responsabili degli stati dolorosi. Tra questi il più utilizzato è sicuramente il paracetamolo. Ma oltre che con la medicina tradizionale, si può agire in tal senso ricorrendo alle tante piante presenti in natura. Secondo alcuni studi scientifici, di fatti, ci sono alcune piante che presentano efficaci proprietà antidolorifiche. Tra queste, ad esempio, Non a caso, svolge anche una potente azione disinfettante del cavo orale. Poi ancora c’è il timo che risulta essere efficace nel contrastare i dolori muscolari ma anche quelli mestruali. Parimenti, anche i chiodi di garofano pare siano estraneamente utili nel contrastare i dolori legati al ciclo ma anche crampi, meteorismo, dolore cervicale e addirittura il mal di denti.

Sono 8 gli antidolorifici naturali di cui non immaginate l'esistenza, super efficaci

Tra i rimedi naturali contro il dolore c’è anche la menta ricca di sostanze benefiche quali:

  • resine;
  • oli volatili;
  • flavonoidi.

Queste, di fatti, pare abbiano un potente effetto sui recettori del dolore, di conseguenza, contribuiscono a rendere quest’erba aromatica un formidabile analgesico. Questo accade anche nel caso del coriandolo le cui proprietà sono emerse da diversi studi. Esse sono dovute alla quercetina, sostanza in grado di agire sulla nostra percezione del dolore. La malva, invece, è consigliata nel trattamento di infiammazioni a carico della faringe o dell’apparato gastrointestinale e in caso di meteorismo. Senza contare poi che può essere impiegata sottoforma di capsule o tisane per trattare efficacemente emorroidi e ragadi. Anche l’assenzio maggiore è una pianta erbacea nota per i suoi effetti benefici che la rendono efficace contro diverse patologie tra cui emicrania e artrite reumatoide.

In ultimo, non possono non essere citati il partenio e l’eucalipto. Nel primo caso si tratta di una pianta medicale utile nella riduzione dell’infiammazione e dei dolori muscolari. Nel secondo caso, si tratta di un rimedio erboristico diffusamente impiegato nel trattamento della faringite, tosse o sinusite. Ciò detto, in ogni caso, bisogna fare attenzione ad utilizzare in maniera parsimoniosa queste piante dal momento che seppure naturali possono causare degli effetti collaterali.

Sono 8 gli antidolorifici naturali di cui non immaginate l'esistenza, super efficaci