Microonde, cosa non dovete riscaldare per evitare tristi sorprese. Le informazioni indispensabili.

Il forno a microonde si è largamente diffuso tra le famiglie italiane, grazie alla sua grande praticità. Riesce e scaldare il cibo in pochi minuti e accelera lo scongelamento degli alimenti. Se lo avete in casa saprete sicuramente che non tutto si può scaldare con il microonde.

microonde non riscaldare

Questo forno, infatti, è diverso da quello tradizionale. Se è vero che le microonde scaldano solo quello che contiene acqua, dunque possiamo cuocere i cibi sui piatti o nei contenitori, non tutto può essere inserito in questo forno.

Vi abbiamo già dato alcune indicazioni in merito sui contenitori di plastica, quelli che possono andare nel microonde con il cibo che contengono e quelli che invece vanno assolutamente tenuti fuori. In proposito, l’unica plastica termoresistente che si può utilizzare nel microonde è il polipropilene (PP), un materiale indicato per la conservazione dei cibi.

Ora andiamo più nello specifico e scopriamo, tra contenitori ed alimenti che cosa non dovete mai scaldare nel microonde. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

LEGGI ANCHE: CUOCERE GLI ASPARAGI AL MICROONDE: ECCO COME FARLI BUONISSIMI

Microonde, cosa non dovete riscaldare per evitare tristi sorprese

microonde non riscaldare

Come abbiamo detto, e come sicuramente saprete, non tutto può andare nel forno a microonde. Alcuni materiali di contenitori, così come alcuni alimenti, non vanno riscaldati con il microonde, perché potrebbero alterarsi nella composizione e sprigionare sostanze tossiche.

Vi abbiamo già segnalato quali cibi non dovete scaldare nel microonde. Qui vi diamo alcune informazioni più dettagliate.

Contenitori

Vi abbiamo già avvertito che i contenitori in plastica degli alimenti non vanno mai scaldati al microonde, a meno che non siano in polipropilene oppure in silicone. Tutti gli altri materiali vanno evitati.

Vietati anche contenitori di carta, come le scatole del cibo consegnato a domicilio, e le buste del pane. Nel microonde la carta può bruciarsi.

Anche le vaschette in polistirolo vanno assolutamente evitate, perché con il calore delle microonde potrebbero sciogliersi o prendere fuoco e danneggiare il cibo che contengono e anche il vostro forno.

Infine, non inserite nel microonde i contenitori in metallo, quelli in alluminio, compresi i fogli di alluminio (la carta stagnola). E qui sta la grande differenza con il forno tradizionale. Infatti, se nel forno classico usiamo ad esempio le vaschette di alluminio per riscaldare il cibo oppure la carta stagnola per cuocere al cartoccio, nel forno a microonde è assolutamente vietato. L’alluminio, infatti, è conduttore di elettricità e all’interno del forno a microonde crea delle scintille che lo possono danneggiare.

Alimenti

Riguardo agli alimenti, non vanno mai scaldati nel forno a microonde i cibi con la buccia o il guscio, come le uova. Questo perché con la cottura a microonde potrebbero esplodere. Mai fare l’uovo sodo nel microonde, al limite potete scaldare una frittata o delle uova al tegamino.

Per quanto riguarda le patate, invece, vanno cotte nel microonde sbucciate oppure con la buccia bucherellata con una forchetta.

Anche i peperoni e i peperoncini possono dare problemi se cotti nel microonde a causa della loro buccia. Infatti, la loro buccia può riflettere le microonde, causando delle scintille che danneggiano il cibo e il forno. Lo stesso discorso vale anche per le altre verdure che hanno la superficie ricoperta da una pellicola sottile e anche per l’uva.

Ci sono poi alcuni alimenti che non vengono bene nella cottura con il microonde. Si tratta in particolare delle erbe aromatiche e degli spinaci freschi. La cottura al microonde può rovinare la consistenza e il sapore, perché contengono poca acqua e dunque rischiano di seccarsi.

LEGGI ANCHE: COSA NON METTERE NEL MICROONDE, 7 SUGGERIMENTI PER UN USO CORRETTO

microonde non riscaldare