Una questione di ormoni la perdita di peso, veri alleati per il peso forma. Cosa bisogna sapere.

Per dimagrire è importante seguire un corretto stile alimentare e fare attività fisica. Invece non serve a niente fare la sauna, come vi abbiamo già spiegato.

Sul peso corporeo, però, hanno una grande influenza anche gli ormoni. Sebbene si segua una alimentazione con poche calorie e si faccia tanto sport, a volte gli sforzi possono essere vanificati dai cambiamenti e dagli squilibri ormonali. In alcuni periodi del mese, ma soprattutto con l’avanzare degli anni, il peso aumenta più facilmente e velocemente. Anche perché il metabolismo rallenta.

Qui vi suggeriamo come perdere peso con l’attività fisica che influenza la produzione di ormoni. Ecco cosa bisogna sapere.

LEGGI ANCHE: IL PLOGGING, UTILE PER LA LINEA E PER L’AMBIENTE, ECCO COS’È

Ormoni e perdita di peso: il legame

ormoni perdita peso

L’attività fisica per dimagrire o restare in forma può essere studiata su misura, così come l’alimentazione. Con l’allenamento si possono modellare alcune parti del corpo, smaltire i cuscinetti di grasso in modo mirato, stimolare il metabolismo.

Tutto sta nel tipo di esercizi scelti, nella frequenza e nell’intensità dello sforzo. Alle volte l’attività fisica può fare dei miracoli e comunque che vogliate dimagrire oppure no, fa molto bene anche alla salute. Esistono, poi, anche degli esercizi fisici che influenzano la produzione e l’azione degli ormoni, aiutando il corpo a perdere peso e restare in forma, grazie a un nuovo equilibrio.

Un allenamento che tenga conto degli ormoni, incidendo sul loro aumento o sulla loro diminuzione, è definito allenamento ormonale.

Ormoni ed esercizio fisico

Durante l’esercizio fisico il nostro corpo produce adrenalina e noradrenalina, cortisolo, dopamina, serotonina ed endorfine. I primi tre sono gli ormoni di reazione, attenzione e stress. Sono prodotti dal sistema nervoso centrale e dalle ghiandole surrenali nelle situazioni di pericolo, emergenza o stress per preparare il corpo e la mente a una risposta rapida a un pericolo.

In quantità moderate fanno bene all’organismo perché aiutano a smaltire i grassi e rilasciano glucosio per dare l’energia necessaria al corpo per sviluppare una reazione. In dosi eccessive sono dannosi, specialmente il cortisolo, che aumenta la produzione di radicali liberi, la resistenza all’insulina e influisce negativamente sul sonno.

Invece, endorfine, dopamina e serotonina sono definiti ormoni della felicità, perché danno una sensazione di benessere e anche di euforia. Vengono prodotti soprattutto durante l’attività fisica di resistenza. Mentre gli ormoni dello stress sono legati all’attività fisica intensa ma breve.

Gli esercizi che aumentano la produzione di un tipo di ormoni o di un altro saranno scelti a seconda del risultato che si vuole ottenere. Dunque adrenalina e cortisolo per smaltire subito i grassi e attività fisica di resistenza per mantenere la forma fisica e stimolare sensazioni di benessere.

LEGGI ANCHE: COS’È IL METODO SAKUMA? GLI ESERCIZI PER IL BENESSERE

ormoni perdita peso