rughe filler botox
Filler o botox per ridurre le rughe (Foto di Atikah Akhtar su Unsplash)

Come ridurre le rughe: filler o botox? Quale scegliere. Il trattamento migliore per ciascuno.

Il passare degli anni lascia dei segni sulla pelle che possono modificare le espressioni del nostro viso o darci un aspetto nel quale non ci riconosciamo più e che non rispecchia la nostra personalità. Le rughe, infatti, non sono un semplice problema estetico ma possono incidere anche sull’identità di una persona e sullo stare bene con sé stessa.

Non si tratta di apparire più giovani di quello che si è ma di avere un’immagine con la quale sentirsi a proprio agio. Per questo esistono gli interventi estetici, in grado di correggere i segni più o meno profondi del tempo.

Vi abbiamo già spiegato in cosa consiste il filler alle labbra, con le applicazioni di acido ialuronico. Qui, invece, vi spieghiamo la differenza tra filler e botox e quale trattamento è migliore per ridurre le rughe. Ecco cosa bisogna sapere.

LEGGI ANCHE: RUGHE CONTORNO OCCHI, I RIMEDI NATURALI PIÙ EFFICACI PER COMBATTERLE

rughe filler botox
Ridurre le rughe: cosa scegliere tra filler o botox (Foto di Diana Polekhina su Unsplash)

Ridurre le rughe: cosa scegliere tra filler o botox

I trattamenti estetici a base di filler e botox consistono in microiniezioni che cancellano le rughe, riempiendole o distendendole, nelle diverse zone del viso. A seconda della parte da trattare, del tipo e della profondità delle rughe può essere consigliabile un trattamento o l’altro.

Mentre il filler può essere applicato da un’estetista, purché specializzato, il botox, che consiste nell’iniezione della tossina botulinica, va applicato solo da un medico estetico. In generale, comunque, è sempre consigliabile fare questi trattamenti in uno studio medico che sia adeguatamente attrezzato e sterile. Il medico è una garanzia in più e sa come intervenire in caso di problemi, come reazioni allergiche o effetti collaterali del trattamento. Scopriamo le differenze tra i due tipi di trattamento, quando e come vanno fatti.

Filler

Come abbiamo già visto, il filler è un trattamento estetico che consiste in microiniezioni di acido ialuronico per rimpolpare la parte trattata, solitamente le labbra. L’acido ialuronico stimola produzione di collagene che ridona elasticità e tonicità alla pelle, riempiendo le rughe. Il filler è più indicato per le labbra, per la parte del viso tra labbra e naso e per la parte inferiore delle guance, per eliminare l’effetto delle guance cadenti.

Botox

Il botox, che viene spesso confuso con il filler, è in realtà un altro tipo di trattamento. Consiste in iniezioni della tossina botulinica o botulino che blocca la contrazione dei muscoli del viso che formano le rughe. Si tratta di una vera e propria paralisi, per distendere le rughe. Il botulino viene usato anche per trattare spasmi e distonie muscolari. Il botox si usa solitamente per le rughe di espressione del contorno occhi, della zona del viso tra la radice del naso e le sopracciglia e della fronte.

Proprio perché prevede l’iniezione di una tossina, prodotta da un batterio (clostridium botulinum), il botox può essere applicato solo dai medici, specializzati in medicina estetica, dermatologia, neurologia e chirurgia estetica e maxillofacciale. Le iniezioni di botulino sono sconsigliati sotto i 18 anni e sopra i 65 anni.

Come l’iniezione di acido ialuronico, anche quella di botulino è praticamente indolore. L’effetto si manifesta dopo 4 o 5 giorni e può durare fino a 6 mesi.

LEGGI ANCHE: RUGHE SULLA FRONTE: COME SBARAZZARSENE CON I RIMEDI NATURALI

[caption id="attachment_6900" align="alignnone" width="740"]rughe filler botox Filler alle labbra (Foto di Sam Moqadam su Unsplash)[/caption]