L’intolleranza non è un’allergia, come riconoscere le tue intolleranze con un test

Sono molte le persone che soffrono di intolleranze alimentari che però non devono essere confuse con le allergie: ecco come riconoscerle mediante un test.

Quello relativo alle intolleranze alimentari è un disturbo piuttosto diffuso che troppo spesso viene confuso con le allergie. Per riconoscerle in maniera semplice ed efficace esiste un test che aiuta a capire da quale sei affetto. Per questo è importante sapere qualche informazione in più al riguardo.

Scopriamo insieme in cosa consiste il predetto test cercando di capire nello specifico cosa sono le intolleranze alimentari e quali sintomi possono generare.

Intolleranze: riconoscerle grazie ad un test

Le intolleranze alimentari possono dare vita ad una serie piuttosto ampia di sintomi. Tra questi i più diffusi sono senza dubbio gonfiore, dolore addominale, diarrea, perdita di peso come anche dermatiti, vomito e sangue nelle feci. Questi sintomi in particolare sono più frequenti nei soggetti adulti, mentre nei bambini in genere si assiste all’insorgere di vomito, stanchezza, diarrea.

Ad ogni modo, va detto che esistono svariate tipologie di intolleranze alimentari. La più diffusa è senza ombra di dubbio quella al lattosio. Si tratta in particolare di una sostanza contenuta nel latte che quando non viene assorbita in maniera corretta dall’intestino è in grado di provocare sintomi che possono rivelarsi anche molto fastidiosi tra cui flatulenza e diarrea. Ancora c’è l’intolleranza al glutine che non è altro che una proteina contenuta nel grano. La sua assunzione può determinare un danno del rivestimento intestinale e una ridotta capacità di assorbimento dei principali nutrienti contenuti nel cibo.

Ciò detto, esiste un test che consente di identificare in maniera molto efficace il tipo di intolleranza alimentare. Il riferimento è al Test dei 108 alimenti che consente di analizzare una serie di alimenti, comuni e più particolari. Nello specifico, vengono misurati gli anticorpi IgG totali che sono prodotti dal sistema immunitario per combattere uno o anche alimenti. Il Test in questione viene eseguito mediante prelievo di sangue e tra i tanti alimenti testati ci sono gli asparagi, le carote, i pomodori, ma anche l’avena, il farro, il miglio, il grano saraceno e molti altri ancora.