Coca cola zero, altro che non fa ingrassare, cosa fa al nostro corpo?

Coca cola zero, altro che non fa ingrassare, cosa fa al nostro corpo? Una sostanza contenuta nella bevanda è davvero rischiosa

La Coca Cola è sicuramente una delle bevande più amate da grandi e bambini. Impossibile resistere alle bollicine e al suo inconfondibile sapore. Tutti sanno però che può essere davvero dannosa per il nostro organismo se bevuta in grosse quantità. E’ infatti molto calorica. Per questo per sentirsi meno in colpa si sceglie di bere le varianti “light”, non zuccherate convinti che possano fare meno male, ma è davvero così? Non esattamente.

Coca cola zero, altro che non fa ingrassare, cosa fa al nostro corpo? 20072022 Nonsapeviche

Le bibite gasate infatti andrebbero evitate a prescindere, in quanto hanno a prescindere diverso zuccheri e possono portare diversi effetti collaterali per i tanti ingredienti contenuti.

La Coca Cola zero è più sana di quella normale? Ecco perché non è così

Coca cola zero, altro che non fa ingrassare, cosa fa al nostro corpo? 20072022 Nonsapeviche

La coca cola, in particolare, è composta da acqua, anidride carbonica, colorante E150d (caramello), acesulfame K, aspartame (E951), ciclamato di sodio, acido fosforico (E338), citrato trisodico (E331), aromi naturali (inclusa caffeina).

L’aspartame, sostanza usata come edulcorante come alimenti, induce ad ingrassare in maniera indiretta. Il sapore dolce infatti induce a pensare che stiano arrivando le calorie, e dunque quello che verrà mangiato dopo si depositerà come grassi.  Può quindi avere un grosso impatto sul metabolismo. Non è vero, dunque, che bere Coca Cola zero fa ingrassare di meno.

L’aspartame ha anche gravi ripercussioni sul sistema cardiovascolare. Secondo gli esperti, i dolcificanti a contatto con le cellule che rivestono i vasi sanguigni, rilevandone una disfunzione. Le bibite sono quindi collegate a potenziali problemi cardiaci.  I dolcificanti artificiali alterano l’attività delle macromolecole come i grassi e le proteine.

L’aspartame inoltre si trasforma all’interno dell’organismo in formaldeide, sostanza che viene collegata al cancro. Questo però avviene solo in caso in cui se ne assumano dosi molto alte, difficilmente raggiungibili.

Secondo un’altra ricerca l’aspartame può causare anche cambiamenti a livello neurocomportamentale, arrivando a danneggiare le funzioni cognitive e a soffrire di depressione, oltre che essere più irritabili. Inoltre le bibite gassate sono dannose anche per il cervello, facendolo invecchiare precocemente.

Non è chiaro quanto le dosi di aspartame presenti nelle bibite gasate, considerate “sicure”, possano effettivamente influire sul nostro organismo. Pertanto è bene sino a maggiori delucidazioni evitare le bibite che contengono aspartame o quanto meno ridurne il consumo