Una buona vecchiaia ha bisogno di un conto corrente solido, ecco come averlo. La chiave per sapere far fruttare i vostri risparmi

E’ sicuramente importante avere un solido conto corrente e risparmi da parte durante la vecchiaia per garantirsi un futuro tranquillo. Per ottenerlo però non basta lavorare una vita, o affidarsi ad un’entrata straordinaria come un vincita o un’eredità. Per farlo è necessario tempo, organizzazione, e una grande politica del risparmio.

una buona vecchiaiai ha bisogno di un conto corrente solido, ecco come averlo 22062022 Nonsapeviche

Riuscire a risparmiare è diventato sempre più difficile però, viste le tante spese che sono aumentane nel corso del tempo. E’ comunque ancora possibile farlo. Come detto non affidandosi a vincite estemporanee, ma partendo dalle piccole cose che possono apparire irrilevanti per mettere mattoncino sopra mattoncino.

Avere un conto corrente solido in vecchiaia: quanto dovresti risparmiare e come far fruttare i soldi messi da parte

una buona vecchiaiai ha bisogno di un conto corrente solido, ecco come averlo 22062022 Nonsapeviche

La regola base per riuscire a gestire al meglio il budget familiare è affidarsi alla regola del 50-30-20. Il 50 % delle entrate cioè andrebbe messo da parte per provvedere alle spese fisse, il 30% dovrebbe invece essere dedicato alle spese variabili, mentre il restante 20% è ciò che si dovrebbe mettere da parte e risparmiare. Ovviamente questo piccolo schema può essere adattato alle diverse esigenze.

E’ davvero difficile capire quanti soldi sarebbe meglio avere da parte, ma gli esperti hanno voluto comunque dare qualche indicazione. All’età di 30 anni, con uno stipendio da 1.600 euro, sul conto si dovrebbe avere tra la metà del salario annuo e il suo tutale, ovvero tra gli 11 e i 26 mila euro. A 40 anni, considerando una retribuzione di 2150 euro al mese, si dovrebbe partire dai 50 ai 60 mila euro da avere sul conto. A 50 anni bisognerebbe invece avere messo da parte 4-6 volte lo stipendio annuo.
Per avere un futuro solido e risparmi da parte uno dei metodi è sfruttare il tempo al meglio investendo i risparmi in operazioni a basso rischio con un tasso di interesse composto. Avendo 20 mila euro a 25 anni e investirli con un tasso del 3,5 % a 40 anni permette di guadagnare circa 28 mila euro se si utilizza interessi a regime semplice, mentre gli interessi sfiorano i 61 mila euro con un tasso di interesse composto.
Lo stesso risultato non si otterrebbe se per esempio l’investimento venisse fatto in ritardo. La scelta migliore per fare fruttare i vostri risparmi e avvicinarvi ad avere un conto corrente che possa garantirvi una vecchiaia sicura è un interesse composto proiettato nel tempo. E’ sempre meglio comunque affidarsi ad un consulente che sappia guidarvi verso le operazioni più convenienti e meno rischiose.