Riuscire ad avere un prato perfettamente curato significa anche imparare a conoscere i tempi tecnici secondo i quali l’erba deve essere tagliata, al fine di garantire una crescita considerevole e sempre perfetta.

Chiunque ha l’opportunità di poter avere un piccolo giardino privato sa benissimo che questo richiede delle cure alle quali è possibile sottrarsi, soprattutto in relazione al prato che deve essere tagliato seguendo dei canoni ben precisi e in particolar modo delle tempistiche che non devono essere sottovalutate.

Per avere, dunque, comprato sempre della giusta altezza è necessario tenere in mente alcune accortezze che devono essere messe in atto durante l’arco del mese e quotidianamente.

Quando bisogna tagliare il prato per non imbattersi in vari errori?

La risposta a questa domanda è molto più semplice di quanto in realtà possiamo immaginare. La prima cosa necessaria da sapere è che il prato prevede una cura che deve essere messa in atto durante tutto l’anno, soprattutto in inverno, tenendo bene in mente che l’erba va tagliata se supera i 9 10 cm di altezza.

Il momento migliore per tagliare il prato, comunque sia, è rappresentata dalla fascia mattiniera prima nelle ore più calde quando questo presenta una leggera brina o gelate e quindi tagliare l’erba è un’azione che viene fatta con molta più semplicità rispetto alle altre ore della giornata. In ogni caso, qualora non foste propensi di farlo poco dopo le prime luci dell’alba il consiglio è quello di farlo in tarda serata e ottenere comunque lo stesso risultato.

Perché tagliare l’erba così spesso?

Una manutenzione nel manto erboso quasi quotidiana permette di avere il prato sempre della stessa altezza, garantendo così l’immagine che noi vogliamo dare al nostro giardino e non solo.

Una manutenzione costante permette quindi un trattamento di stimolazione per sostenere l’irrobustimento del manto erboso per stimolare così la radice, rallentando in parte la crescita e mantenendolo sempre verde cogliendo così sul momento eventuali fili d’erba che stanno cominciando a seccarsi. Un’azione quotidiana, quindi, ci permetterà di avere il giardino che abbiamo sempre desiderato.