Come accedere agli incentivi auto 2022, attenzione cambiano a seconda delle caratteristiche. Tutti i dettagli

E’ davvero fondamentale riuscire a salvaguardare e tutelare il nostro ambiente, sempre più a rischio. Questo significa riuscire ad abbassare il livello dell’inquinamento e andare verso uno stile di vita più sostenibile. Un aspetto che inevitabilmente tocca anche il mondo delle automobili.

come accedere agli incentivi auto 2022, attenzione  cambiano a secondo del periodo 14062022 Nonsapeviche

Già da tempo si sta spingendo verso un sempre maggiore utilizzo di auto elettriche ed ibride a meno impatto ambientale. Anche lo stato italiano sostiene questa politica, e per incentivare l’acquisto di questi modelli di auto a predisposto un particolare sconto sui contratti di acquisto di auto elettriche e ibride.

Incentivi statali per le auto ibride ed elettriche, ecco come fare per richiederlo

come accedere agli incentivi auto 2022, attenzione  cambiano a secondo del periodo 14062022 Nonsapeviche

Dal 25 Maggio sarà possibile presentare le richieste ufficiali utilizzando l’apposita piattaforma predisposta dal Ministero dello sviluppo economico andando sul sito ecobonus.mise.gov.it. Già dal 16 maggio sarà possibile fare i contratti d’acquisto. La misura verrà concessa fino ad esaurimento dei fondi stanziati.

Per le auto elettriche sono stati stanziati 220 milioni di euro nel 2022, 230 milioni di euro nel 2023, 245 milioni di euro nel 2024. Chi intende acquistare un’auto elettrica di categoria M1 con emissioni 0-20 g/km, con un costo fino a 35 mila euro + Iva,  può richiedere un incentivo di 3.000 euro più altri 2.000 euro se viene rottamata un’auto di classe inferiore a Euro 5.

Per i veicoli ibridi plug-in le somme messe a disposizione per la misura sono invece di 225 milioni di euro nel 2022,235 milioni di euro nel 2023 e 245 milioni di euro nel 2024. Per i veicoli della categoria M1 a fascia di emissione 21-60 g/km, con un prezzo fino a 45.000 euro + Iva sarà possibile richiedere incentivi per 2.000 euro più altri 2.000 se in contemporanea con la rottamazione un veicolo di classe inferiore a Euro5.

Per quanto riguarda veicoli endotermici a basse emissioni invece sono stati messi a disposizione 170 milioni di euro nel 2022, 150 milioni di euro nel 2023, 120 milioni di euro nel 2024. Si tratta dei veicoli di categoria M1 con fascia di emissioni 61-135 g/km al prezzo si 35.000 euro + Iva. Sarà possibile richiedere sino a 2000 euro di contributi con rottamazione di auto di classe inferiore ad Euro 5.

Per le PMI il governo ha messo a disposizione bonus per mezzi di categoria N1 (4.000 euro fino a 1,5 tonnellate, 6.000 euro per quelli da  1,5 tonnellate a 3,5) ed N2 elettrici ( 12.000 euro per i mezzi da 3,5 a 7 tonnellate, 14.000 euro da 7 a 12 tonnellate)

Se state pensando di fare un investimento che aiuti voi e l’ambiente questo è sicuramente il momento più adatto.