La pasta al burro è una delle paste più amate e buone, ma solo se fatta a regola d’arte. Ecco come bisogna farla

La pasta al burro è sicuramente uno dei primi più semplici, ma anche apprezzati della nostra tradizione. Sa davvero di casa e familiarità, ed è preparabile davvero in pochissimo tempo. Tutti conoscono le regole. Fare bollire l’acqua, salare, buttare la pasta, scolare e condire con il burro e un po’ di parmigiano. Giusto? Non esattamente. Proprio perché è una pasta con pochi ingredienti e dal gusto semplice per essere buonissima è importante che sia fatta davvero a regola d’arte.

Intanto è importante che burro e parmigiano siano di ottima qualità. Avere prodotti scadenti infatti renderà il vostro piatto un po’ triste e con poco sapore, ma con ingredienti di qualità e saporiti sarà una vera delizia. Anche l’ordine in cui si mettono gli ingredienti è davvero fondamentale. Ecco dunque come fare una pasta al burro a regola d’arte.

Pasta al burro, ecco come farla a regola d’arte e quando va messo il parmigiano

Il parmigiano, meglio ancora se stagionato per almeno 24 mesi, in modo da essere ancora saporito, deve essere grattato sul momento per non perdere la sua bontà. Anche il burro, che non deve essere salato, deve essere di buona qualità e deve essere tagliato a pezzetti e ammorbidito prima di essere messo nella pasta. Va quindi tolto prima dal freezer e messo in una ciotola da appoggiare vicino ai fondelli. Attenzione però a non farlo fondere. Anche la pasta deve essere scelta con cura. L’ideale sono gli spaghetti o comunque una pasta lunga per valorizzare la cremina che si andrà a creare. No invece a paste corte. Prestare attenzione alle dosi.

Per quanto riguarda la procedura, cuocere la pasta in meno acqua del solito per aumentare l’amido, che serve per fare il tutto più cremoso. La pasta va versata nel burro quando è ancora al dente, aggiungendo un pizzico di acqua di cottura. Il parmigiano invece andrà versato solo alla fine e a fuoco spento. Si fa mantecare e si aggiunge altro parmigiano. Non mettere quindi il formaggio prima del burro.

A questo punto non vi resta che assaggiare la vostra buonissima pasta al burro. Attenzione a non perdere troppo tempo: la pasta va mangiata calda e appena fatta, e si raffredda e diventa collosa molto velocemente.