La medicina estetica ha nella sua normativa una zona d’ombra davvero pericolosa. Chiunque può acquistare filler e punture

Sempre più persone fanno ricorso a trattamenti estetici come i filler di acido ialuronico per correggere gli inestetismi e contrastare il passare del tempo e le rughe. Questi trattamenti rientrano nell’ambito della medicina e della salute, e dovrebbero pertanto essere trattate e somministrate solo da professionisti specializzati. Non sempre però questo avviene: arrivare a questi prodotti infatti è molto più facile di quanto si possa pensare, e in molti casi finiscono nelle mani di persone che non sono medici specializzati.

punture di filler, acido ialuronico ora ti arrivano a casa, ecco come  07062022 Nonsapeviche

La rivista il Salvagente ha effettuato una ricerca che ha dimostrato le gravi zone d’ombra che esistono al momento nella regolamentazione della medicina estetica. Secondo la legge infatti non è necessario essere medici per acquistare i dispositivi medici di classi III. Sono infatti tranquillamente acquistabili negli e-commerce. E’ quindi possibile avere in modo molto rapido una puntura di acido ialuronico.

Filler e punture, le zone d’ombra nella medicina estetica che mettono a rischio la salute

punture di filler, acido ialuronico ora ti arrivano a casa, ecco come 07062022 Nonsapeviche

Anche per questo motivo sono sempre di più le persone che si rivolgono a impostori e improvvisati. I bassi prezzi, o la comodità portano a rivolgersi a strutture inaffidabili e non sicure. La rivista ha dimostrato acquistando in una farmacia di Roma filler e tossine botuliniche in modo rapido e a prezzo accessibile.

Durante l’inchiesta la rivista si è rivolta ad un e-commerce di una farmacia estetica di Roma. Hanno provato ad acquistare una siringa di acido ialuronico, Belotero Lidocaine di Merz Pharma (classificato come dispositivo medico di classe III) al prezzo di 70 euro. Sebbene nell’annuncio fosse esplicitato chiaramente che si trattasse di un dispositivo utilizzabile solo da personale medico è bastato andare avanti per completare l’ordine senza alcuna ulteriore verifica, trovandosi il medicinale pronto all’uso due giorni dopo.

Il fatto che chiunque possa acquistare questi dispositivi è un vero paradosso, se si pensa che la legge invece be impone l’utilizzo giustamente solo per uso personale. La legge, che prova a tutelare la salute delle persona, si trova quindi ad essere fortemente depotenziata da questa zona grigia. Una contraddizione particolarmente rischiosa se si pensa all’estrema incertezza che regna quando si parla di trattamenti estetici. Il consiglio è di accertarsi sempre e comunque della professionalità e sicurezza della struttura e del professionista a cui ci si sta rivolgendo.