Riuscire a dimagrire e perdere peso anche sulla pancia è un’azione resa possibile dalla dieta dei liquidi. Ecco in cosa si articola.

L’estate è finalmente arrivata e non tutti siamo pronti alla prova costume, alle prese quindi con delle diete che ci permettano di rimetterci in forma il prima possibile e perdere i chili di troppo che danno tanto fastidio…

Dimagrire pancia dieta liquida - NonSapeviChe

A volte, però, capita che nonostante la perdita di peso si verifica un qualcosa di inaspettato, come ad esempio il grasso sulla pancia che a quanto pare rappresenta un tarlo per molte persone che stanno seguendo un regime alimentare b en determinato.

Dimagrire e perdere peso sulla pancia

Stabile in quali punti del corpo perdere peso, dunque, è un qualcosa che implica davvero una determinata cura dell’alimentazione realizzata in modo settoriale e prestando molta attenzione all’azione che un alimento è in grado di mettere in atto.

Dimagrire pancia dieta liquida - NonSapeviChe

Ad esempio, nel caso in cui volessimo appiattire la pancia e perdere peso, un valido aiuto arriva dalla dieta dei liquidi. Si tratta, quindi, di un regime alimentare costellato da zuppe (vellutate), frullati, centrifugati e succhi… mirati alla perdita di peso e che può essere realizzata per pochissimi giorni, ma che garantisce una perdita di peso che va dai 2 ai 3 chili in pochi giorni.

Cosa mangiare durante la dieta dei liquidi

Durante questo regime alimentare, seguito da Romina Power, Gwent Paltrow e altre star in tutto il mondo, sotto forma di vellutata sono permessi anche carboidrati come le patate, da accompagnare a piselli, fave, legumi in generale e anche carote.

Le verdure più indicate per massimizzare la perdita di peso in creme e centrifugati sono le seguenti: cipolle, porri, cavolo, verza, zucchine, spinaci, bietole. La frutta è concessa, sempre in forma liquida, ma fatta eccezione di banana e l’albicocca.

Dimagrire pancia dieta liquida - NonSapeviChe

Importante durante questo determinato tipo di dieta liquida riguarda la fase di reintegro e il mantenimento, il quale deve essere fatto lentamente introducendo in un primo momento la frutta a pezzi e dopo qualche giorno tutti gli alimenti che possono essere mangiati solidi e senza necessità di frullare i vari alimenti che compongono i nostri pasti.