La zecca continua ad essere uno degli insetti più temuti dell’uomo, ma quali sono le procedure da mettere in atto per rimuoverla?

Il morso di una zecca può avere numerosi effetti sul corpo della persona anche una delle prime reazioni, tra le più immediate, è rappresentata dalla presenza di febbre molto alta. Facciamo riferimento a un insetto in grado di nascondersi accuratamente nel corpo e che non è sempre facile da trovare se non prestiamo la dovuta attenzione.

Rimuovere la zecca - NonSapeviChe

Sulla base di tale motivazione, infatti, diventa importante imparare le procedute di rimozione della zecca dal corpo, in modo tale da poter dare un pronto intervento nel caso di sua presenza e nel frattempo rivolgersi al proprio medico e/o dirigersi al pronto soccorso.

Cosa succede dopo il morso di una zecca?

È bene ricordare che la zecca dopo il morso rimane attaccata, in teoria, per pochissimi giorni per poi lasciare l’ospite in cerca di altro. Dopo il morso, questa, comincia il suo nutrimento di sangue umano rimanendo ben saldata al corpo fino a sazietà. In questo prendere azione interessata comincia a diventare molto calda e soprattutto rossa attorno alla bocca della zecca anche se al momento dell’impatto, grazie alle anestetiche presenti nella sua saliva, non arreca alcun tipo di dolore all’ospite mettendo in atto così la sua azione.

Rimuovere la zecca - NonSapeviChe

La presenza della zecca viene riscontrata solo in un secondo momento, voi quando questo comincia andare degli effetti indesiderati dato che attraverso di essa avviene la trasmissione di germi, batteri e virus responsabili di malattie gravi come appunto la Lyme considerata una grave forma di meningoencefalite.

Rimuovere una zecca: ecco come fare

Il procedimento di rimozione di una zecca deve essere realizzato con estrema concentrazione e soprattutto attenzione, motivo per cui qualora non foste in grado di provvedere da sé il consiglio è quello di rivolgersi immediatamente al medico o di recarsi nelle sedi del pronto soccorso e allertare il caso.

Comunque sia il processo di rimozione di una zecca deve avvenire con una pinzetta a punte sottili, messa il più vicino possibile alla superficie della pelle e procedere così attirare delicatamente facendo un leggero movimento di rotazione. Importante in tal senso e evitare che la zecca non venga schiacciata dato che in caso contrario potrebbe aumentare considerevolmente la possibilità di trasmissione di agenti patogeni.

Rimuovere la zecca - NonSapeviChe

Successivamente, evitando di toccare così la zecca a mani nude, il consiglio è quello di bruciare o attaccare l’insetto all’interno di uno scotch e annotare la data di rimozione dal corpo e attenzionare eventuali effetti su noi stessi per i prossimi 30 40 giorni successivi.

In ogni caso, come spiegato precedentemente, il consiglio è quello di affidarsi quanto possibile ad un medico che si occupi del tutto e che magari vi consigli in seguito la giusta terapia da eseguire subito dopo il mostro della.