Come riconoscere uno studente “gifted” da uno brillante? Ecco le differenze

Come riconoscere la differenza tra studente dotato e studente gifted: ecco perché è importante distinguerli

C’è sempre più attenzione ai bisogni e alle necessità speciale degli studenti. Questo è valido sia per coloro che hanno maggiori difficoltà di apprendimento, ma anche per chi al contrario ha doti superiori rispetto a quelle dei compagni. Viene ormai riconosciuto anche dal Miur la necessità di riconoscere in alcuni ragazzi la “plusdotazione“, in parole povere un altro potenziale cognitivo che necessita di Bisogni Educativi Speciali (BES). Gli studenti “gifted”, ovvero dotati, per dirla all’inglese, possono allo stesso modo sentirsi a disagio con i metodi utilizzati per i loro compagni, e per questo hanno necessità di seguire un percorso che sia differenziato ed adatto a loro.

Come riconoscere uno studente “gifted” da uno brillante? Ecco le differenze 31052022 Nonsapeviche
Come riconoscere uno studente “gifted” da uno brillante? Ecco le differenze

Ma come si fa a distinguere un alunnodotato“, da uno semplicemente brillante e intelligente? Non basta infatti essere più intelligenti rispetto alla media per essere considerati studenti plusdotati. A chiarire la situazione ha pensato Orizzonte scuola, che ha spiegato quale differenza intercorra tra i due tipi di “studenti geniali”.

Studenti “gifted” e studente brillante, ecco quali sono le differenze e perché è importante coglierle

Gli studenti gifted intanto non sono solo intelligenti, ma presentano caratteristiche molto particolari. Sono curiosi, fanno continuamente domande, pensano fuori dagli schemi, hanno una memoria di ferro e sono creativi e attenti osservatori, oltre che molto autocritici nei loro confronti. Questo può rappresentare un motivo di disagio, e di difficoltà di interazione con i loro coetanei, tanto che spesso si tende a nascondere le proprie doti per integrarsi. Per questo è importante che vengano seguiti attentamente e seguano piani personalizzati in modo da valorizzare le loro caratteristiche. In caso contrario infatti il suo potenziale andrà perso causando una grave perdita non solo all’allievo, ma anche alla società.

L’intelligenza straordinaria di questi studenti è frutto di genetica, ma anche dell’ambiente in cui cresce e si sviluppa e delle interazioni sociali. Per questo è bene avere un quadro completo della persona.

Per riconoscere uno studente gifted serve un test specifico, ma come anticipato si può riconoscere da alcune cose. L’intelligenza come detto da sola non basta. Se lo studente brillante si interessa, lo studente dotato chiede e fa domande. Lo studente brillante presta attenzione, studia, risponde alle domande, ascolta, è ricettivo, e ha buone idee, ma sa anche divertirsi con i coetanei e interagire con loro. Lo studente dotato invece è curioso, inventa, fa domande, trova contraddizioni…è insomma un vero motore di idee e capacità fuori dal comune che ha bisogno di strumenti speciali per prendere il volo.