In molte Regioni è ricominciata la scuola, ma quanto costa tutto l’occorrente! Le associazioni dei consumatori hanno calcolato una spesa di circa 1000 euro a studente: ecco come fare a risparmiare.

In molte Regioni è appena ricominciato l’anno scolastico in presenza: milioni di bambini e di ragazzi hanno finalmente occupato il proprio banco e cominciato le prime lezioni. Ma quanto è costato tutto il materiale scolastico?

Parliamo di quaderni, astucci, mascherine, materiale di cancelleria: le associazioni a tutela del consumatore hanno calcolato una spesa di circa 1000 euro a studente. Un prezzo, ormai, inagibile per moltissime famiglie italiane.

Ecco qualche consiglio per risparmiare sul materiale scolastico: vi sarà utilissimo durante questo nuovo anno.

Tutto per la scuola: ma quanto costa? Ecco come risparmiare sul materiale scolastico

scuola quanto costa

Astucci, penne, diari, quaderni e poi per i più grandicelli ci sono i testi scolastici o i dizionari, il momento del “tutto per la scuola” è arrivato: ma quanto costa la spesa annuale per ogni studente? Il Codacons ha calcolato una spesa di oltre 500 euro per ogni studente: questa cifra arriva a circa 1000 euro aggiungendo il prezzo dei testi scolastici e dei dizionari.


LEGGI ANCHE: Back to school: le pettinature più adatte per ricominciare


Sul fronte dei prezzi si registra anche un rincaro nel materiale comune a tutti i gradi scolastici, come quaderni, astucci e diari. Si va da quelli di Chiara Ferragni ai Me contro Te, apprezzatissimi dai più piccini.

Ma come fare a risparmiare qualcosa? Non tutte le famiglie possono, infatti, affrontare queste spese così esose, specie se i figli a scuola sono più di uno. Ecco qualche consiglio davvero utile.

Qualche consiglio per spendere molto di meno

Uno dei primi consigli per spendere molto di meno sul tutto per la scuola è sicuramente quello di tenere gli occhi molto aperti. Nei piccoli negozi, nelle grandi catene ma anche online, ci sono spesso moltissime offerte davvero convenienti.


LEGGI ANCHE: Back to school: come essere pronti al primo giorno di scuola


Ad esempio, comprando i quaderni in pacchi e non singolarmente si può risparmiare davvero molto denaro: stesso consiglio vale per le penne, le gomme da cancellare, i temperini e le matite, soprattutto se i figli da mandare in classe sono più di uno.

Un altro consiglio utile è quello di prediligere i cosiddetti prodotti umbranded, ossia i prodotti senza marchio: un astuccio decorato con dei simpatici animaletti invece di quello firmato dall’influencer. In questo modo il risparmio è davvero consistente!

E per i testi scolastici?

I testi scolastici delle scuole secondarie rappresentano davvero una spesa dura da affrontare: testi sempre più costosi e dizionari con prezzi alle stelle indispensabili per i licei. Ma si può risparmiare qualcosa anche in questo campo?

Per salvare qualche banconota si può ricorrere alla compravendita di testi usati: ce ne sono in giro milioni in ottime condizioni, basta saper cercare! Ci sono, infatti, dei negozi specializzati in ogni città, ma anche dei siti web dedicati al tema.

In questo modo spenderete circa la metà di quanto previsto e avrete anche dato una mano consistente all’ambiente salvando un libro utile dal macero.

scuola quanto costa