L’epilessia è quella condizione che si manifesta con delle crisi causate dall’iperattività di alcune cellule nervose cerebrali. Uno studio ha scoperto che la musica può essere molto efficace per il suo trattamento.

L’epilessia è una condizione molto pericolosa che si manifesta con delle crisi seguite da perdita di conoscenza oltre che alterazioni delle facoltà psicofisiche.

Molto spesso, possono verificarsi anche spasmi con contrazioni dei muscoli che generano convulsioni.

Ad ogni modo, uno studio scientifico basato proprio su questa sindrome è riuscito ad arrivare ad una importante scoperta. Ecco quale.

Epilessia curata con la musica: la scoperta

Epilessia: ecco gli impressionanti effetti positivi della musica

Uno studio condotto da un team di ricercatori americani è giunto ad una importante scoperta. Dall’analisi in questione, infatti, è emerso che l’ascolto di almeno 30 secondi della sonata K448 di Mozart avrebbe dei risvolti positivi sul trattamento di questa sindrome.

La composizione del musicista di origini austriache, infatti, porterebbe ad un abbassamento dell’attività elettrica che normalmente si verifica nel caso di epilessia che presenta resistenza ai medicinali.

Leggi anche: LE CANZONI PIU’BELLE DI SEMPRE: LA TOP 10 MONDIALE!

Lo studio pubblicato su Scientific Reports, in particolare, ha monitorato 16 persone analizzando se il fatto di ascoltare dei brani musicali rivelasse qualche effetto positivo riguardo all’attività cerebrale di queste persone.

Nello specifico, ad ogni partecipante sono state fatte ascoltare diverse composizioni musicali tra cui la sonata K448 di Mozart. Ebbene, il risultato emerso è che proprio quest’ultima ha determinato una riduzione delle crisi epilettiche, tuttavia, dopo un minimo di 30 secondi di ascolto.

Oltre a questo, in gran parte delle aeree del cervello dei campionati, è stato possibile registrare un’aumentata potenza theta e, dunque, delle onde cerebrali.

Leggi anche: EPILESSIA: LE REGOLE PER EVITARE RISCHI QUANDO SI VIAGGIA

Ciò detto, si tratta di un’importante scoperta che, ancora una volta, aiuta a comprendere ancora di più quanto la musica sia in grado di donare effetti positivi al corpo e alla mente, generando effetti davvero impressionanti. Ciò è ancora più frequente e comprensibile quando a farlo è la musica dell’eterno compositore austrico Wolfang Amadeus Mozart.

Epilessia: ecco gli impressionanti effetti positivi della musica