Tessera Sanitaria, multe salate in arrivo fino a 100 euro

I contribuenti italiani devono prestare moltissima attenzione alla propria Tessera Sanitaria al fine di evitare di imbattersi in multe e altre sanzioni. Ecco cosa potrebbe accadere nello specifico.

La cura nel dettaglio dei documenti personali è davvero molto importante e per questo motivo gli italiani dovrebbero prestare, sempre e comunque, le dovute attenzioni alle date di scadenza e non solo.

Tessera Sanitaria multa - NonSapeviChe

Un esempio prativo per capire al meglio quanto detto, dunque, è rappresentato dal documento di Patente di Guida per il quale in caso di dimenticanza o mancato rinnovo nei tempi corretti ci si imbatte in sanzioni di vario tipo. Allo stesso modo, quindi, diventa necessario prestare moltissima attenzione anche alla Tessera Sanitaria e tutto ciò che la riguarda: quando corriamo il rischio di imbatterci in sanzioni monetarie?

Quando si rischia la multa per colpa della Tessera Sanitaria?

Ebbene sì, come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, sono numerosi i casi in cui la legge italiana prevede delle multe in caso di dimenticanza dei documenti o per l’errata trasmissione di questi, così come abbiamo spiegato precedentemente nel caso della Patente di Guida.

Tessera Sanitaria multa - NonSapeviChe

È importante, inoltre, prestare attenzione anche alla Tessera Sanitaria. Recentemente, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato ai contribuenti l’arrivo di una serie di sanzioni in caso di tardiva o omessa trasmissione dei dati del documento in questione al Sistema Tessera Sanitaria.

La calendarizzazione delle sanzioni in questione verrà stabilita solo dopo l’invio delle Dichiarazioni dei Redditi precompilate, la quel metterà l’istituto sopracitato nelle condizioni di scoprire eventuali comunicazioni sbagliate o omesse in relazione al documento sanitario.

Chi rischia davvero la multa?

Dunque, è bene precisare che a rischiare la sanzione da parte dell’Agenzia dell’Entrare sono in particolar modo i liberi professionisti, i quali devono sempre fare comunicazione al Fisco in modo preventivo al fine di evitare la multa e provvedere in autonomia alla sistemazione dei documenti personali.

Tessera Sanitaria multa - NonSapeviChe

In caso contrario, l’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere che una lettura ‘errata’ a causa del documento di riferimento non consentirebbe di ottenere “l’effetto dissuasivo prospettato nella relazione illustrativa”. Ogni comunicazione errata sarà sanzionata con 100 euro di multa e maggiormente a rischio sono:

– policlinici universitari
– farmacie pubbliche
– farmacie private
– aziende sanitarie locali
– strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa
– aziende ospedaliere
– istituti di ricovero e cura di natura scientifica
– presidi di specialistica ambulatoriale
– presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari
– iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri.