Dal prossimo Luglio al via la nuova normativa: rivoluzione per gli automobilisti. Ecco cosa sarà obbligatorio fare

Nuove notizie per gli automobilisti. Il nuovo Regolamento UE 2019/2144 sta per entrare in vigore. Dal prossimo Luglio sarà rivoluzione, e si farà riferimento alle nuove regolamentazioni in merito alla sicurezza dei veicoli e alla tutela di automobilisti e utenti della strada.

Ti compri l'auto nuova dopo il 6 luglio, scatta un obbligo improrogabile

Ecco cosa cambierà nel prossimo Luglio per gli automobilisti, ma soprattutto per i costruttori.

Dal prossimo Luglio obbligatoria la scatola nera sui veicoli: in strada maggiore sicurezza

Ti compri l'auto nuova dopo il 6 luglio, scatta un obbligo improrogabile

Sarà infatti obbligatorio dal prossimo 6 Luglio installare una scatola nera su tutti i veicoli che verranno omologati. I costruttori dovranno quindi provvedere ad equipaggiare il veicolo di regolare black box. In caso contrario non si potrà procedere all’omologazione e commercializzazione dei veicolo. La normativa, che risale al 2019, verrà attuata in due fasi tra il Luglio del 2022 a Luglio del 2024. Dal 6 Luglio come detto sarà in vigore per i modelli omologati, mentre dal 7 Luglio del 2024 interesserà le automobili di nuova immatricolazione. Tutti i costruttori quindi per omologare un nuovo modello di auto nell’Unione Europea dovranno predisporre al suo interno una scarola nera. Ci vorrà invece più tempo prima che la modifica interessi anche gli automobilisti. Ci vorrà infatti parecchio tempo prima che le vetture omologate con la nuova normativa siano sul mercato.

Il primo cambiamento si potrà avere il 7 Luglio 2024. Per quella data anche tutte la auto di nuova immatricolazione avranno l’obbligo di scatola nera. Tutte le auto di nuova produzione che si acquisteranno avranno quindi un dispositivo Gps. In caso di incidente o collisione questo dispositivo aiuterà a chiarirne le dinamiche e a ricostruire il comportamento dell’automobile. Lo strumento registra in particolare l’andamento e eventuali frenate del veicolo, oltre a dove era posizionata sulla strada al momento dell’impatto e l’attivazione dei sistemi di sicurezza. Offre insomma ottimi strumenti ad assicurazioni e diretti interessati per eventuali sinistri. Questi dati verranno memorizzati solo per breve tempo e saranno adeguatamente protetti, nel rispetto della privacy del conducente.

La scatola nera attualmente non è obbligatoria per tutti i veicoli che sono già in circolazione. La norma però potrebbe essere estesa anche alle vetture che sono già utilizzate. Anche se la scatola nera è uno strumento che già ora è molto utilizzato, il 23% dei veicoli assicurati nel nostro paese infatti ne è fornito.