Ecco come evitare che la vostra automobile sia sottoposta a fermo amministrativo. Se non paghi multe e bollo non puoi circolare

Mantenere un’auto è diventato davvero dispendioso. Non solo per i costi della benzina, in costante aumento, ma anche per quelli di mantenimento della vettura, come il pagamento del bollo o dell’assicurazione. E che dire delle sanzioni, le temutissime  e salate “multe” che si ricevono se non si rispetta il codice della strada?

multe e sanzioni ecco cosa cambia, ecco cosa può  accadere alla tua autovettura

Il pagamento del bollo, o delle multe sono obblighi amministrativi, tasse al quale bisogna necessariamente tenere fede e debiti che bisogna per forza estinguere. Non è possibile circolare liberamente con il proprio mezzo senza prima averli pagati, o si rischia il fermo amministrativo. Ecco di cosa si tratta.

Automobile, come evitare il fermo amministrativo: ecco cosa fare per non avere alcun problema

multe e sanzioni ecco cosa cambia, ecco cosa può  accadere alla tua autovettura

Il fermo amministrativo avviene quando un debito non è stato saldato, quando per esempio non si è pagato una multa o il bollo. Il mancato pagamento viene registrato nel registro automobilistico. A questo punto partono i solleciti di pagamento. In caso di mancata risposta viene avviata la procedura del fermo amministrativo.

Se i solleciti non hanno effetto viene inviato un preavviso di fermo, dopo il quale si hanno 30 giorni per regolarizzare la propria posizione. E’ l’ultimo tentativo e sollecito per far pagare il debito ed evitare il sequestro del mezzo. Se anche in questo caso non si riceve risposta, l’Agenzia dell’Entrate dispone l’attivazione delle ganasce fiscali.

Queste di fatto bloccano la circolazione del mezzo. Nel caso in cui l’automobile venga comunque utilizzata verrà attuata una pesante sanzione di quasi 2000 euro.

Per evitare qualsiasi tipo di problematica, è bene non solo ovviamente regolarizzare la propria situazione e non avere alcun debito, tassa o multa da pagare, ma prestare attenzione anche qualora si dovesse acquistare una automobile di seconda mano. Può succedere infatti di rimanere vittime della disonestà altrui ed acquistare, ignari, una macchina che è stata sottoposta a fermo e che quindi non potrebbe circolare.

Per evitare di incappare in questo tipo di situazioni è sempre meglio controllare molto attentamente e verificare bene lo stato amministrativo dell’auto che si intende comprare prima di procedere con la chiusura dell’accordo, accertandosi che siano stati pagati tutti i bolli, le multe e le assicurazioni per accertarsi di stare acquistando un’auto in regola e non avere brutte sorprese in seguito.