Spopola sul web la fantastica notizia che é possibile andare in pensione in anticipo anche a 40 anni con il metodo FIRE, ecco di cosa si tratta. I giovani impazziscono e prendono nota delle regole per ottenerla.

Smettere di lavorare e quindi andare in pensione in anticipo anche a 40 anni con il metodo FIRE, sembra pazzesco e pure é possibile, ecco di cosa si tratta. Il metodo FIRE significa “Financial Indipendence, Retire Early” Che tradotto letteralmente vuol dire appunto ” Indipendenza finanziaria, pensionamento anticipato”. Si basa sui risparmi per ridurre le spese e quindi smettere di lavorare già a 40 anni. Nello specifico é un metodo di investimento che ci suggerisce di risparmiare il più possibile soldi oggi conservando almeno il 75% dello stipendio, così da vivere di rendita domani, andando automaticamente in pensione in gioventù.

pensione anticipata

Come imparare a risparmiare secondo le regole di William Bengen

A seguire questo stile di vita è stato William Bengen nel 1994, ora già in pensione e da diverso tempo. Ci dice che il segreto per andare in pensione anticipata sta nel seguire la regola del 4% e cioè riuscire a risparmiare una quota 25 volte superiore a quello che si spende in un anno per mantenersi, per poi prelevare appunto il famoso 4% ogni anno da cui ricavare la propria pensione. In pratica bisogna mettere in considerazione che per ottenere una pensione anticipata bisogna risparmiare il più possibile. Secondo Bengen una persona di 25 anni, ha 17 anni di tempo per mettere da parte i soldi necessari per la pensione. Su uno stipendio ad esempio ad esempio di 800 euro mensili, la persona in questione guadagna 9600 euro all’anno, moltiplicati per i 25 anni di età fanno 240000 euro che verrà ad ottenenere in 42 anni, ha quindi 17 anni di tempo per mettere da parte 1176 euro al mese. Impossibile possiamo dire.

risparmiare

Vantaggi e svantaggi

In conclusione, pensare di mettere da parte una così alta cifra mensile significa secondo molti, sacrificare gli anni più belli e vivere di stenti domani. Basandosi appunto solo sul 4% del consumo annuale che bisogna fare per vivere, si dovrebbero fare tantissime rinunce, quindi no a viaggi sfizi o ovviamente spese inconvenienti. Questo metodo infatti é pensato per una vita senza eventuali problematiche, anche semplici problemi di salute in cui servono soldi per curarsi magari mettono a monte i sacrifici fatti e quindi meno anni per godersi la pensione che secondo i calcoli, senza appunto spese di nessun tipo, ma proprio lo stretto necessario per vivere, si dovrebbe arrivare all’età pensionistica di 67 anni per ottenere quella sociale.

miliardi

La domanda ora é lecita ne vale la pena?

Per chi ha uno stipendio molto alto sicuramente é più semplice mettere da parte soldi e costruirsi un fondo pensionistico, in molti paesi Europei infatti questo sistema si sta diffondendo moltissimo, a differenza dell’Italia dove la media degli stipendi é più bassa e quindi più improbabile ma non impossibile, attuare questo metodo di pre-pensionamento. Per cui vi lasciamo alle vostre valutazioni personali e scegliete se mettere in pratica questi consigli o meno.