Continua l’escalation dei Bonus che il Governo ha messo a disposizione degli italiani, il nuovo incentivo da 200 euro arriverà presto con accredito direttamente sullo stipendio. Ecco di cosa si tratta.

Sono mesi caldi per gli italiani impegnati nella presentazione della documentazione necessaria per fare accesso ai sussidi previsti per il loro caso specifico e non solo, come appunto il fatidico assegno unico per i figli che ha permesso a molti nuclei di provvedere più serenamente al loro mantenimento.

Bonus 200 euro a luglio - NonSapeviChe

Nel corso dei prossimi mesi, inoltre, è previso anche l’arrivo di un nuovo Bonus pari a 200 e che arriverà in modo diretto nel conto corrente dei contribuenti aventi diritto in riferimento ad alcune specifiche categorie di lavoratori.

Nuovo Bonus in arrivo per gli italiani

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, nel corso delle ultime settimane sono stati numerosi gli incentivi economici resi disponibili per gli italiani che hanno potuto farvi accesso avendone diritto. Recentemente, inoltre, è stato reso disponibile anche il Bonus Spesa in arrivo insieme ad una Carta Acquisti con un versamento bimestrale.

Bonus 200 euro a luglio - NonSapeviChe

Il nuovo incentivo, invece, prevede delle modalità diverse e si tratta di un una tantum di 200 euro al mese che verrà erogato ad oltre 30milioni di italiani senza la necessità di dover presentare alcun tipo di documentazione specifica.

A chi spetta il bonus in questione?

Durante il mese di luglio 2022 sarà possibile fare accesso ad un nuovo bonus previsto per oltre 30mila italiani appartenenti a determinate categorie, senza dover necessariamente pubblicare uno specifico tipo di documentazione per far accesso al sussidio una tantum.

Bonus 200 euro a luglio - NonSapeviChe

Facciamo riferimento ad un Bonus di 200 euro che verrà erogato in modo automatico e secondo una scrematura fatta dall’Inps hai lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi, i pensionati e disoccupati in attesa di nuovo impiego e quindi percettori direi di reddito di cittadinanza, in questa lista rientrano anche i lavoratori stagionali. Qualora il bonus venga erogato per errore alla persona in questione, gli uffici di riferimento provvederanno ad inoltrare la documentazione all’utente e provvedere ad un rientro della somma dilazionato fino ad 8 rate mensili.