Se state cambiando il vostro condizionatore questo è il momento giusto. E’ ancora disponibile il bonus che abbassa notevolmente i costi

E’ il momento davvero perfetto per acquistare o cambiare i vostri condizionatori. Non soltanto perché si sta avvicinando l’estate, ma anche perché è ancora attivo il bonus condizionatoriQuesto incentivo statale, che rientra nei provvedimenti destinati dallo stato al mondo dell’edilizia, permette di cambiare il vostro vecchio condizionatore (a patto che sia meno inquinante e a risparmio energetico) o di installare un condizionatore nella vostra abitazione a costi vantaggiosi.

bonus condizionatori 2022, detrazioni fino al 65%, ecco come ottenerle

Si può infatti ottenere una detrazione fiscale di una cifra che va dal 50 % al 65% del costo dell’acquisto del dispositivo. Se la detrazione viene fatta rientrare nel bonus mobili ed elettrodomestici si ha una detrazione al 50%, mentre se si utilizza l’Ecobonus per avere la detrazione si ha una agevolazione del 65%. Questa cifra può arrivare al 110 % se si utilizza il Superbonus 110%, ma in questo caso si deve necessariamente fare insieme un intervento trainante.

Bonus condizionatore, ecco come fare per richiederlo e a chi è rivolto

bonus condizionatori 2022, detrazioni fino al 65%, ecco come ottenerle

Possono richiedere l’agevolazione persone fisiche, esercenti arti e professioni, società di persone, società di capitali, associazioni professionisti, enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, condomini, Istituti autonomi per le case popolari,
cooperative di abitazione a proprietà indivisa. Possono beneficiarne anche locatari o comodatari; soci di cooperative divise e indivise; imprenditori individuali e tutti coloro che godono dei diritti sull’immobile.

Per avere diritto all’incentivo entro il 31 Dicembre 2022 deve essere stato acquistato un climatizzatore a basso consumo energetico, un deumidificatore d’aria, una
termopompa o pompa di calore. E’ essenziale che l’immobile su cui viene fatto l’intervento sia a norma di legge per potere ricevere l’incentivo.

L’acquisto del condizionatore deve inoltre essere fatto con un metodo di pagamento che sia tracciabile e che testimoni l’acquisto del dispositivo. Il bonus può essere richiesto con la dichiarazione dei redditi, con la presentazione del modello 730 o del modello Unico, con sconto immediato in fattura, o con  credito d’imposta cedibile ai soggetti autorizzati come banche, intermediari finanziari e fornitori.

Per richiedere il bonus non è prevista la presa in considerazione dell’ISEE.  Nella documentazione richiesta è necessario però avere con sé la fattura di acquisto, la ricevuta del bonifico, la ricevuta di transazione se si paga con carta di credito, l’asseverazione tecnica prodotta da un professionista abilitato, la scheda informativa sui costi e le modalità di intervento

Per maggiori informazioni sul bonus condizionatori è possibile consultare l’apposita sezione sul sito del governo, dove sono spiegate ed elencate nel dettaglio tutte le informazioni per potere usufruire del bonus condizionatori.