Diabete: incredibile come questa bevanda abbassi la glicemia, anche dopo una bella abbuffata soprattutto reduci dalle feste di Pasqua.

Esistono molti metodi antichi per tutelare la salute e soprattutto per le patologie che riguardano l’alimentazione, causa principale di malattie che possono talvolta portare anche alla morte. Tra queste, oltre le malattie cardiovascolari, il diabete, negli ultimi ancora più diffuso anche nei giovanissimi. Tra i rimedi antichi il tè kombucha è uno di questi che va a ridurre i livelli di glicemia nel sangue.

[caption id="attachment_54196" align="alignnone" width="1280"]tè kombucha, l'elisir di lunga vita Diabete incredibile come questa bevanda abbassi la glicemia[/caption]

Diabete: incredibile come questa bevanda abbassi la glicemia

[caption id="attachment_52102" align="alignnone" width="740"]misuratore di glicemia misuratore di glicemia[/caption]

Il diabete, sappiamo che è una delle patologie legate anche all’alimentazione che colpisce un gran numero di persone e negli ultimi anni a soffrirne sono anche un gran numero di giovanissimi. Per il diabete di tipo 2 si riscontra una stima di circa 300 milioni di persone al mondo. Ma come si caratterizza il diabete di tipo 2? Il diabete di tipo 2 si caratterizza con livelli di zucchero nel sangue molto alti, livelli che resistono alla produzione naturale di insulina.

Studi hanno scoperto come l’assunzione di questo tè possa ridurre appunto questi livelli causando un miglioramento delle condizioni del soggetto affetto. Difatti, questa bevanda, sarebbe in grado di abbassare i livelli di zucchero nel sangue e aiutare a gestire il diabete pur continuando a consumare carboidrati. Un miglioramento sostanziale si evincerebbe anche per quel che concerne il sistema epatico e renale.

Il tè kombucha, ricco di probiotici, sarebbe a base di tè verde che già di suo è noto abbia delle proprietà benefiche per l’organismo, depurative e drenanti. Si stima che su circa 30o mila persona che assumono tè verde, il loro livello di zuccheri nel sangue è nettamente inferiore riducendo anche il rischio degli stessi di poter divenire soggetti diabetici per una percentuale del 18%. Una bella percentuale direi!

I principi benefici del kombucha starebbero nella presenza, appunto, dei probiotici, antiossidanti riducendo il rischio di obesità e patologie renali aiutando la funzione di questi organi fondamentali. Abbassa il rischio di patologie cardiache e disturbi del sonno. Insomma, assumere il tè kombucha dovrebbe divenire una sana abitudine, bevanda naturale che non apporta danni al contrario di tanti prodotti in commercio e che riduce non solo la possibilità di divenire diabetici, ma anche toccasana per l’organismo a difesa rispetto a patologie interessanti e potenzialmente fatali. Una vera e propria elisir.