Acqua e limone, benefici zero. Ecco perché non dovremmo berla

Bere ogni giorno acqua e limone può portare diversi problemi al nostro organismo. Ecco quali sono i rischi

Uno dei rimedi più consigliati quando si hanno disturbi digestivi è sicuramente quello di bere acqua e limone. Si dice che questo vecchio metodo aiuti a favorire la digestione e la produzione di bile nel fegato. Il succo di questo agrume garantisce un ricco apporto di acido citrico che evita la formazione di calcoli ai reni e alla bile. Ridurrebbe inoltre i livelli di acidità nel sangue, e avrebbe azione infiammatoria. Contrasta i radicali liberi, aiuta le ossa, contribuisce all’idratazione dell’organismo. E’ inoltre importante per il sistema linfatico. E’ un ottimo rimedio anche per la mente, contro stanchezza, stress e insonnia. E come se non bastasse aiuta anche a dimagrire.

limone acqua 29042022 (1)

Insomma..il rimedio perfetto, giusto? Non esattamente. Secondo un’altra teoria infatti bere acqua e limone tutte le mattine non sarebbe per niente benefico per il nostro organismo, ma anzi dannoso. Insieme ai pro ci sono infatti diversi contro per questo rimedio.

Acqua e limone, ecco perché bevuta tutte le mattine fa male

limone acqua 29042022 (1)

Bere acqua e limone infatti può fare alzare l‘acidità nello stomaco, causando bruciore e innescando il reflusso degli acidi, che avviene quando gli acidi risalgono verso l’esofago provocando irritazione. Il limone è notoriamente un cibo acido, e i cibi acidi hanno maggiore possibilità di causare i sintomi del reflusso gastroesofageo. Se dovesse venirvi nausea dopo aver bevuto acqua e limone eliminatela dalla vostra dieta.

Il limone inoltre induce minzione, e per questo può portare alla disidratazione. In caso di sete forte. bocca secca e urine di color giallo scuro bisogna immediatamente smettere di berla e recuperare l’idratazione solo con l’acqua.

Per quanto sia una situazione di difficile realizzazione, in linea teorica acqua e limone può portare a tossicità da vitamina C. Certo, bisognerebbe berne in dosi davvero eccessive, considerando che il livello di tossicità della Vitamina C è fissato ad un massimo di  2.000 milligrammi. Dosi più elevate possono portare nausea o diarrea e interferire l’attività antiossidante dell’organismo. Se doveste avvertire mal di testa, bruciori, diarrea, vomito, crampi addominali e gastrite anche in questo caso si dovrà smettere di bere acqua e limone. Debolezza, vertigini e vampate improvvise di calore sono i sintomi della tossicità da vitamina C. Meglio dunque tenere d’occhio eventuali sintomi sospetti.