Whatsapp a pagamento: ecco per chi e a quanto

Whatsapp sta per diventare a pagamento ma soltanto per una categoria di persone. Scopriamo insieme di quale si tratta e soprattutto a quanto ammonta l’importo.

Whatsapp è orami la piattaforma di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. A breve però diventerà a pagamento. L’annuncio, infatti è di queste ore e fa riferimento ad un piano di abbonamento rivolta ad una categoria di persone.

Whatsapp a pagamento: ecco per chi e a quanto

Ciò detto, scopriamo insieme qual è la categoria a cui si fa riferimento e soprattutto qual è l’entità dell’abbonamento.

Whatsapp a pagamento: ecco per quale categoria e a quanto

Whatsapp a pagamento: ecco per chi e a quanto

L’app di messaggistica in questione consente di mandare foto, inviare messaggi, video, documenti e molto altro in maniera molto facile e veloce. Si tratta, dunque, di un’app estremamente semplice oramai è utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo, sia per uso personale che per lavoro. Spesso, si è sentito parlare di un possibile passaggio di Whatsapp a pagamento e questa volta la notizia sembra essere ufficiale. Il piano in abbonamento prevede la sottoscrizione da parte di alcune persone che utilizzano determinate funzioni offerte dall’app. L’entità dell’abbonamento, peraltro, è ancora sconosciuta.

Ad ogni modo la notizia riguarda gli utenti che posseggono un account business. Di conseguenza, gli utenti che utilizzano la funzione base dell’app di messaggistica istantanea non saranno obbligati a pagare. Fatta questa precisazione, oltre alla novità relativa al pagamento, inoltre, ci sono anche altre relative alle funzioni offerte dall’app. Sarà prevista, infatti, la possibilità di collegare Whatsapp a ben 10 dispositivi diversi. Questo, nei fatti, consentirà ai dipendenti di un’azienda di comunicare in maniera contemporanea con i propri clienti.

Whatsapp Business, di fatti, è un’app appositamente pensata per coloro che sono proprietari di un’attività di piccole dimensioni. Essa consente di interagire con i propri clienti utilizzando strumenti che consentono di rendere più automatici i messaggi, permettendo una risposta più veloce agli stessi. Ciò detto, per adesso non è ancora noto quando questa novità entrerà in vigore. Al momento, i vertici dell’azienda non hanno emesso alcun comunicato ufficiale, ma molto probabilmente saranno necessarie ancora diverse settimane. Non resta dunque che attendere nuovi sviluppi che come abbiamo già specificato non riguarderanno tutti gli utenti.