La bella stagione si avvicina consiglio di stare bene attenti all’evoluzione del fenomeno dell’abbandono nei propri animali domestici, il quale sembrerebbe ma colpire maggiormente i cani. Ecco cosa fare nel momento in cui davanti a noi troviamo un cagnolino trovato da solo in strada.

Come abbiamo avuto modo di spiegare precedentemente, il fenomeno relativo all’abbandono dei propri animali domestici è un qualcosa che nella nostra nazione e anche in altri paesi è diffuso a macchia d’olio. Sono moltissime le associazioni di volontari che in tal senso si occupano di accogliere in strutture adibite all’accoglienza di animali smarriti, per poi aiutarli a ritrovare una nuova famiglia che possa accoglierla nella loro casa senza più dover rivivere lo stesso dramma.

come aiutare un cane abbandonato - NonSapeviChe

Il fenomeno in questione sempre più spesso colpisce i cani che con l’arrivo della bella stagione, soprattutto durante i mesi dell’estate, vengono abbandonati sul ciglio della strada, molto spesso lontani dal luogo abitato, da coloro che fino a non molto tempo fa gli avevano dato amore e l’affetto di una famiglia.

La domanda capite del nostro articolo oggi è la seguente: come aiutare un animale da compagnia abbandonato a sé stesso?

Come approcciarsi a un cucciolo abbandonato?

Abbandonare un cagnolino, dunque, non è solo un atto vile e crudele nei confronti di colui che vi ha dato amore incondizionato… ma significa mettere anche in pericolo la sua vita. Tenete bene a mente che si tratta pur sempre di un animale domestico, abituato a vivere in casa e che deve imparare a “sopravvivere” tra mille paure e il dolore nel cuore nel vedersi abbandonato all’improvviso. Una ferita nel cuore di un cucciolo che ha imparato a conoscere l’odio sulla sua pelle.

Quanto detto è una cosa da tenere bene in mente anche da parte di coloro che magari notano un cucciolo smarrito durante il loro cammino in strada, bisogna sempre fare attenzione al modo in cui ci si approccia al cagnolino in questione dato che non sappiamo se di fronte a noi abbiamo un randagio, e quindi abituato alla vita in strada, o se un cucciolo abbandonato e quindi in pieno trauma per ciò che gli è successo. In casi come questo il consiglio è sempre quello di avvicinarsi al cane in questione con molta delicatezza, nel tentativo di conquistare la sua fiducia e non metterlo in soggezione o in una posizione tale da doversi difendere, solo nel momento in cui riuscirà a fidarsi potete tranquillamente portarlo in un posto sicuro.

come aiutare un cane abbandonato - NonSapeviChe

LEGGI ANCHE: C’è una dipendenza sempre più diffusa che riguarda il web: ecco finalmente dove curarsi

LEGGI ANCHE: Se ami il tuo cane non dargli mai da mangiare questi alimenti

Avete salvato un cagnolino? Ecco cosa fare

Nel momento in cui siete riusciti a salvare un cagnolino dalla strada e quindi non crudele destino potete anche decidere di tenerlo in casa con voi e fare in modo di ricucire la vita e il suo cuore. La cosa da tenere a mente è che, qualsiasi sia la vostra decisione, dovete mettere in atto la seguente azione al fine di evitare un qualsiasi tipo di sanzione nel caso in cui si dovesse essere scoperti. Ricordiamo, infatti, che nella nostra nazione è necessario denunciare la presenza del proprio animale domestico installando un microchip di riconoscimento.

come aiutare un cane abbandonato - NonSapeviChe

Se avete trovato così un cagnolino, randagio o no, nel momento in cui decidete di aiutarlo veramente dovete segnalare il suo effettivo ritrovamento alla polizia municipale o più semplicemente ai carabinieri che, successivamente, faranno riferimento a quanto stabilito per la Tutela dell’ambiente per il quale potete contattare tranquillamente il numero 800153600.