Melatonina, gli effetti collaterali che ancora non conosci

Le informazioni utili sulla melatonina e gli effetti collaterali che ancora non conosci. Cosa bisogna sapere.

Molte persone per favorire il sonno e combattere l’insonnia prendono melatonina. Si tratta di un ormone che viene prodotto dal nostro organismo e regola il ciclo sonno-veglia. La produzione di melatonina durante la sera aiuta ad addormentarci. Alcune persone, tuttavia, fanno più fatica, pertanto assumono la melatonina come integratore alimentare.

melatonina

Gli integratori alimentari di melatonina si trovano nelle farmacie, parafarmacie e nei negozi online. Sono prodotti da banco che non hanno bisogno di ricetta medica e spesso sono associati a vitamine ed estratti di piante rilassanti come camomilla e valeriana.

Solitamente gli integratori contengono 1 milligrammo di melatonina. Si trovano in commercio anche prodotti più forti che contengono fino a 5 milligrammi di melatonina. Anche questi si vendono senza ricetta ma in questo caso è meglio consultare il proprio medico.

Perché la melatonina anche se è un integratore naturale, essendo prodotta dal nostro organismo, può avere effetti collaterali, soprattutto se assunta in combinazione ad altri farmaci. Ecco cosa bisogna sapere.

Melatonina gli effetti collaterali da conoscere

melatonina

Ebbene sì, per quanto sia un ormone prodotto dal nostro organismo e dunque una sostanza naturale, assumere melatonina come integratore alimentare può dare alcuni problemi.

Un lungo periodo di assunzione può dare assuefazione e dunque vanificare o ridurre gli effetti benefici sul sonno. Pertanto, chi continua a fare fatica ad addormentarsi o ad avere problemi di insonnia potrebbe essere costretto a passare a dosaggi più forti della sostanza. In questo modo, le conseguenze possono essere l’opposto: provocare disturbi del sonno.

LEGGI ANCHE: Il sonno non è mai tranquillo? Cosa ci succede mentre dormiamo

Alcuni studi hanno dimostrato che dosi eccessive di melatonina assunta come integratore possono causare mal di testa, nausea e vertigini, incubi notturni. Possono perfino interferire con la pressione del sangue, il più delle volte causando ipotensione, ovvero pressione bassa.

Un altro effetto collaterale è la sonnolenza durante il giorno. In alcuni casi la ipersensibilità da melatonina può causare anche irritabilità, riduzione dell’attenzione, ansia e tremori. Sono effetti collaterali meno comuni ma da tenere in considerazione.

Infine, è bene consultare il proprio medico prima di assumere melatonina se si stanno seguendo delle terapie. Perché la melatonina può interferire con alcuni farmaci e ridurre la loro efficacia o aumentare i loro effetti collaterali.

LEGGI ANCHE: Insonnia, ce ne sono diversi tipi, ecco come riconoscerli e come trattarli

Attenzione, dunque, se assumete farmaci anticoagulanti, contro l’ipertensione, anticoncezionali, corticosteroidi, farmaci per il diabete e psicofarmaci. In tutti questi casi, dovete prima consultare il vostro medico.

melatonina

Melatonina gli effetti collaterali che ancora non conosci