Bonus cultura di 500 euro non e finito, buone notizie ecco come ottenerlo

Ecco come poter spendere e cosa acquistare con il bonus cultura che viene dato ai ragazzi che quest’anno raggiungeranno la maggiore età. 

Il Bonus cultura è destinato ai ragazzi nati nel 2002 che quest’anno compiranno 18 anni. Si tratta di un voucher di 500 euro che potrà essere speso per svolgere numerose attività.

Si tratta di un bonus che viene data al ragazzo e non alla famiglia e che chiunque potrà richiedere senza dover presentare l’Isee. E’ anche una misura strutturale a differenza di altri bonus e per questo motivo non ha bisogno di essere confermata o rifinanziata ogni anno perché è entrata a far parte del nostro ordinamento.

Bonus cultura: ecco come richiederlo

Con il voucher di 500 euro si potranno acquistare:

  • biglietti per cinema, concerti, musei, eventi culturali, visite a monumenti e parchi, teatro;
  • musica;
  • corsi di musica, di teatro o di lingua straniera;
  • libri che siano cartaceo o audiolibri o e-book;
  • abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale.

Per ottenerlo ci si dovrà iscrivere ad un apposito portale “www.18app.italia.it” e possono accedere, almeno per il momento, solo chi si è registrato già entro il 31 agosto del 2021 e chi è nato nel 2002. Poi toccherà a coloro che sono nati nel 2003, che dovranno dunque iscriversi appena sarà dato il via dal Ministero della Cultura e con la semplice registrazione all’apposito sito potranno ottenere il bonus cultura in pochi minuti e cominciare a spenderlo.


LEGGI ANCHE: Tutti i bonus 2022 che possono essere richiesti senza Isee


Il bonus dovrà essere speso entro il 28 febbraio 2022 e quindi c’è ancora qualche giorno per ottenere i vari voucher. Dopo essere entrati sul portale attraverso lo SPID, controlliamo se i dati anagrafici sono corretti e confermiamoli. Nel giro di pochi minuti ricevere una mail sulla nostra casella di posta personale, o quella che abbiamo dato, con la quale confermeremo la registrazione.

Ricordiamo che il Bonus cultura è strettamente personale e legato all’identità del beneficiario. Quindi non può essere ceduto ne a parenti, fratelli, genitori, e ne ad amici. Inoltre può essere usato solo in Italia e non può assolutamente essere venduto o cambiato con denaro.


LEGGI ANCHE: Spid, non tutti ancora ce l’hanno: cosa è a cosa serve


Se si riceve un’offerta nella quale viene proposto di cedere il Bonus Cultura in cambio di denaro, si deve scrivere una mail a numeroverde@beniculturali.it, segnalando il profilo che propone l’illecito. Chi offre denaro in cambio del tuo Bonus cultura vuole truffare, commette un reato e vuole rendere complice il beneficiario.