Autovelox: annullate le multe se non è visibile il rilevatore

Gli autovelox sono davvero un problema per gli automobilisti, una sola multa può costare cara: attenzione, alcune sono state annullate perché il rilevatore non era visibile. Analizziamo la questione nel dettaglio. 

Prendere una multa per eccesso di velocità è davvero un brutto affare: le sanzioni sono molto care e i punti decurtati dalla patente sono molti. Per questo motivo bisogna fare molta attenzione: la maggior parte di queste multe, infatti, sono comminate proprio dagli autovelox.

autovelox multe 20220217 - Nonsapeviche.com

Bisogna però fare una specificazione: alcune multe del genere possono essere annullare qualora il rilevatore non è pienamente visibile. Ecco la questione nello specifico e come fare se è proprio questo il vostro caso.

Multe dall’autovelox: annullate quelle in cui il rilevatore non è visibile

autovelox multe 20220217 - Nonsapeviche.com

Alcune multe per eccesso di velocità comminate dagli autovelox possono essere annullate qualora il rilevatore non sia pienamente visibile. Questo è quanto si evince dall’ordinanza n.4002 dell’8 febbraio della Corte di Cassazione.


LEGGI ANCHE: Multe salate ai monopattini, nuove sanzioni per il 2021 -22 vale la pena prenderlo allora?


In particolar modo, per la legittimità della rilevazione le postazioni di controllo devono essere sempre preventivamente segnalate e ben visibili. Ciò vale sia per quanto riguarda i congegni fissi che le postazioni mobili, ad esempio quelle delle Forze dell’Ordine. 

Dunque, una multa per essere considerata illegittima e quindi non annullabile, deve essere comminata da un rilevatore segnalato e pienamente visibile. In caso contrario si potrà procedere con la richiesta di annullamento.

La questione dell’annullabilità nel dettaglio

Nel dettaglio, la Corte di Cassazione ha preso in considerazione il caso di un automobilista che aveva ricevuto una sanzione per eccesso di velocità. Tale sanzione, però, era stata comminata da una volante delle Forze dell’Ordine posizionata ai margini della strada e che non era pienamente visibile. 


LEGGI ANCHE: Vi è arrivata una multa salata, ecco come pagarla senza sentirne il peso


In questo particolare caso, il Tribunale di Vicenza aveva respinto il ricorso dell’automobilista che, invece, era stato bene accolto dalla Cassazione. Essa, infatti, ha dato la piena ragione al colpevole di aver infranto i limiti di velocità.

Secondo i giudici, in questo caso, la sanzione era illegittima in quanto la modalità con cui era stata comminata infrangeva la art. 142, co. 6-bis, del Codice della Strada. Secondo tale articolo, infatti, “le postazioni di controllo mobili possono essere rese ben individuabili“; inoltre “la visibilità della postazione può essere garantita con la collocazione sul veicolo o in corrispondenza di esso di un segnale“.

autovelox multe 20220217 - Nonsapeviche.com