Hai dolore al polso e alla mano? Potrebbe essere sindrome del tunnel carpale, ma non solo: le problematiche di tendini e articolazioni

Muovere le mani è una capacità che spesso viene data per scontata. Siamo abituati a prendere oggetti, toccare, piegare le dita. Essere, in una parola, autonomi. Quando però subentrano problematiche che riducono la mobilità della mano, ci si rende conto di quanto sia importante prendersene cura e agire prontamente in caso si inizi a notare una riduzione della mobilità e dolore in seguito ad eventuali infiammazioni  per evitare che possano diventare fortemente invalidanti.

Ti fa male il polso e la mano? potrebbe essere il tunnel carpale? ma c'è dell'altro da sapere

Per farlo è indispensabile evitare di sottoporre le nostre mani a movimenti ripetuti e a stress eccessivi. Sono tante le problematiche che possono andare ad intaccare tendini ed articolazioni.

Non solo tunnel carpale: le problematiche che colpiscono articolazioni e tendini delle mani

Ti fa male il polso e la mano? potrebbe essere il tunnel carpale? ma c'è dell'altro da sapere

La più diffusa è senz’altro la sindrome del tunnel carpale, una fastidiosa infiammazione del nervo mediano che provoca dolore a mano e polso. E’ particolarmente diffusa nella fascia di età tra i 30 e i 50, e ad esserne colpite sono soprattutto le donne. E’ consigliato l’uso di tutore nelle fasi iniziali. Se i sintomi persistono si valuta l’intervento chirurgico per la decompressione del tunnel carpale.

LEGGI ANCHE>>>Se hai questi dolori al collo e giramenti di testa potrebbe dipendere da questo problema

Non è questa però l’unica problematica che può provocare fastidio alle mani. L’artrosi della mano è un disturbo frequente a partire dai 60-60 anni, soprattutto, anche in questo caso, tra il genere femminile. Si manifesta con dolore e rigidità dei movimenti, di norma più intenso al mattino. L’intensità spesso cambia a seconda del clima, e il dolore tende ad alleviarsi nel corso della giornata. In caso di patologia particolarmente grave, si può valutare anche in questo caso l’intervento chirurgico.  I sintomi caratteristici dell’artrosi della mano sono il dolore e la limitazione nei movimenti, talvolta accompagnati da sensazione di calo di forza, di norma più intensi al risveglio e nelle prima ore del mattino e spesso variabili in funzione del clima. Muovere le mani per “sciogliere” le articolazioni può aiutare a ridurre il fastidio, che tende comunque ad attenuarsi nel corso della giornata.

LEGGI ANCHE>>>Artrite, come allenarsi senza rischi

Nelle persone con artrosi delle mani particolarmente severa e disabilitante può essere presa in considerazione la possibilità di ricorrere all’intervento chirurgico, da individuare su base personalizzata in funzione delle specifiche alterazioni presenti, della loro gravità ed estensione, dell’età e delle esigenze professionali e di vita.

Altra patologia può essere la tendinite. L’infiammazione a carico dei tendini impedisce il corretto movimento del dito, e si manifesta con il consueto “dito a scatto”. Anche in questo caso, riposo e tutori sono la soluzione primaria, salvo poi passare all’intervento chirurgico in caso non basti a risolvere il problema