La muffa non sempre si vede, ma odora. Ecco come eliminare la puzza una volta per tutte!

La muffa non sempre si vede ma odora: eliminare la puzza una volta per tutte. I consigli utili e pratici.

Uno dei problemi comuni a tante case è quello della muffa. Pareti, angoli delle stanze, finestre, cassetti, armadi, soffitte, cantine, ripostigli e ogni anfratto buio e umido rischia di ricoprirsi di muffe e di cattivi odori.

muffa odore

Esistono tanti metodi per eliminare la muffa da casa: dall’uso di prodotti chimici specifici, con cautela, a quello di prodotti naturali e non tossici.

Come saprete, la muffa non crea solo delle brutte macchie, nere e verdastre, su pareti, angoli, infissi e perfino dentro i mobili, ma causa anche cattivi odori. Le spore della muffa, infatti, sono sostanze putrescenti che quando si formano rilasciano un odore stantio, più o meno forte a seconda della quantità e dell’estensione delle macchie e del tempo da cui si cono formate.

Qui di seguito vi diamo alcuni consigli su come eliminare la puzza di muffa.

La muffa non sempre si vede ma odora: ecco eliminare la puzza

muffa odore

Togliere le muffe dagli angoli della casa è molto fastidioso ma necessario. Per ridurre lo stress e la fatica, vi abbiamo già segnalato alcuni trucchi per evitare la formazione della muffa dentro casa. Prevenire, come si dice, è meglio che curare e mai come in questo caso è vero.

Quando la muffa si forma all’interno di una stanza, la causa principale è sempre l’umidità. La casa si trova in un luogo molto umido, le pareti non sono ben isolate e gli ambienti sono scarsamente arieggiati.

La prima cosa da fare, per prevenire la formazione di muffe e anche per mandare via la puzza di chiuso, è aprire il più possibile le finestre per assicurare un costante ricambio dell’aria e far entrare la luce solare il più possibile. Anche l’utilizzo di un deumidificatore è molto utile.

LEGGI ANCHE: Eliminare per sempre la muffa con questo spray casalingo, pulisce e disinfetta

Esistono, poi, dei metodi e prodotti mirati per togliere l’odore di muffa da punti specifici della casa. Tutti rigorosamente naturali.

Il prodotto classico con tanti utilizzi in casa è il bicarbonato di sodio, che assorbe l’umidità e i cattivi odori. Applicate alcuni cucchiai di bicarbonato nei punti dove si è formata la muffa e lasciate agire per qualche ora e poi spazzolate via. Questo metodo è molto utile per togliere la muffa e il suo odore dagli oggetti in casa e dai vestiti.

Se la puzza di muffa si è diffusa in una stanza, individuate gli angoli dove potrebbe essersi formata e collocate accanto una ciotola di bicarbonato da lasciare tutta la notte. Al mattino svuotate la ciotola e arieggiate la stanza.

Sulle superfici lavabili potete spruzzare una miscela di acqua tiepida e succo di limone. Questo metodo antimuffa è particolarmente indicato per la cucina e il bagno. Al posto del limone potete usare l’aceto di vino bianco. Attenzione, però, questi prodotti sono da evitare assolutamente sul marmo e sulla pietra, perché l’acidità di limone e aceto li corrode. Su questi materiali delicati è meglio usare il bicarbonato.

LEGGI ANCHE: Come eliminare la muffa dai muri, i metodi più efficaci

Per asciugare l’umidità e rimuovere l’odore stantio dall’interno dei mobili in legno è indicato il vecchio metodo di ricoprire le superfici con della carta di giornale. Anche i fondi di caffè vanno bene, soprattutto all’interno dei cassetti.

muffa odore