Siete pronti a scoprire quali ricette preparare durante il periodo delle feste di carnevale? Ma soprattutto conoscete la vera storia di questa festa?

Prima di parlare delle varie pietanze è giusto conoscere almeno qualche nozione utile per quanto riguarda il carnevale. Infatti nei secoli indietro molte civiltà erano consuete festeggiare questa festa che all’inizio era definita pagana e potevano partecipare solo colore che accettavano la condizione di non mangiare carne durante il periodo di quaresima.

Il Carnevale

Infatti prima che coniassero il termine Carnevale il termine effettivo era leva la carne, cioè proprio il fatto di non dover mangiare questa pietanza. Col tempo questa festa si è distaccata dalla religione cristiana, divenendo semplicemente quello che è sempre stata cioè una festa per rallegrare le persone e permettere sia adulti che bambini di vestirsi come meglio si vuole.

Come ogni paese ogni regione ha le sue tradizioni non solo quando si parla di cucina, ma anche quando si parla di travestimenti. La durata di questa festa è di una settimana che si conclude poi con il martedì grasso, il giorno precedente a mercoledì’ delle ceneri, cioè il primo giorno di quaresima. Inoltre bisogna dire che in Italia esistono vari carnevali molto conosciuti come quello di Viareggio, di Venezia o quello di Foiano.

LEGGI ANCHE: Il segreto per fare delle chiacchiere di carnevale pazzesche

Le ricette più cucinate durante le feste di Carnevale!

Il Carnevale

Molte di voi non sanno che esiste un vero e proprio menù per quanto riguarda questa festa pagana. Infatti noi oggi della redazione di Nonsapeviche, vorremmo proporvi delle ricette al quanto sfiziose, sia dolci che salate, ma soprattutto facili da preparare! Gli ingredienti sono facili da reperire e non occorre attendere nessun tempo di posa.

Il primo dolce che vi vogliamo proporre sono le castagnole, zeppole ripiene di crema pasticciera o cioccolata e ricoperti da uno strato generoso di zucchero a velo o zucchero semolato.

La seconda ricetta che vi vogliamo proporre è quello per realizzare le chiacchiere, dolci friabili conosciuti in tutta Italia. Ma che ovviamente in base alla regione il nome sarà differente, ma il sapore no!

Invece per quanto riguarda il menù salato tra le pietanze più preparate questo periodo di festa è la lasagna classica con ragù di manzo oppure la pasta al forno. Non possono mai mancare i panzerotti ripieni con ricotta e salame oppure pomodoro, mozzarella e prosciutto

LEGGI ANCHE: Non le solite castagnole di carnevale un po’ dure, ecco la ricetta top per farle morbidissime

Curiosità e consigli sulle varie pietanze!

Come già ribadito nel paragrafo precedente le chiacchiere assumono un nome differente in base al paese in cui vi trovate. Ecco i nomi e più utilizzati come le frappe, i cenci, le gale o le bugie.

È possibile cuocerle con abbondante olio fritto, altrimenti se volete un risultato molto più salutare, potrete cuocerli nel forno, il sapore rimarrà invariato. Inoltre potrete farcirle con qualsiasi crema o guarnirle come meglio credete.

Lo stesso vale per le castagnole potrete realizzarle sia dolci che salate da accompagnare come aperitivo per stupire amici e parenti. Se siete amanti del fritto non potranno mancare anche le frittelle fritte con le patate o con la farina, oppure le frittelle di mela in pastella.

Una vera goduria da accompagnare a qualche pallina di gelato alla vaniglia. Infine se siete intolleranti alle uova, al latte o vari ingredienti è possibile sostituirli al meglio. In modo che anche chi ha qualche intolleranza o allergia potrà gustarli al meglio.

Il Carnevale