Scopriamo insieme come non fare più ritardo agli appuntamenti, veloce vademecum infallibile!

Svegliarsi presto al mattino, si sa, fa essere più produttivi durante la giornata. Ma non tutti ci riescono. Ecco come riuscire ad alzarsi senza traumi ed essere subito operativi.

La sveglia alle prime ore del mattino e attivarsi fin da subito al suono dell’allarme è qualcosa che riesce davvero a pochi. Come è possibile essere mattinieri senza sentirsi stanchi e assonnati? Esistono alcuni piccoli trucchi che permettono di alzarsi senza subire troppi traumi alla discesa dal letto.

Risveglio
Risveglio

Innanzitutto, dovrebbe spronarvi ad alzarvi presto il fatto che svegliarsi presto comporti i suoi benefici sia sulla qualità della vita privata e che su quella professionale. Un primo vantaggio va a incidere sull’umore: la sveglia alle prime luci del mattino stimolerebbe il buonumore e dunque la felicità. Non solo, sembra che possa incidere anche sull’indice di massa corporea e quindi sulla perdita di peso. Il nesso sembra collegare questo dato con una maggiore esposizione alla luce solare fin dal mattino. La sveglia al mattino presto sembra migliorare la qualità del sonno, contrastando insonnia e nottambulismo quali disturbi presenti in pochi casi. Non solo, sembra ridurre anche la possibilità di contrarre il diabete. Ma come si fa ad alzarsi presto?

Come riuscire a svegliarsi presto al mattino?

[caption id="attachment_42240" align="aligncenter" width="740"]Sveglia presto al mattino Sveglia presto al mattino[/caption]

Un primo metodo per riuscire ad alzarsi dal latto presto è impostare la sveglia alla fine esatta di un ciclo di sonno che in genere dura 90 minuti. La media di sonno è di sei o sette ore e mezza a notte.

LEGGI ANCHE >>> Dormire fa perdere peso? La risposta della scienza

Un altro modo è quello di tenere la sveglia lontana dal letto e quindi non a portata di mano, poiché si tende a rimandarla o a spegnerla per rimettersi a dormire e si rischia di alzarsi tardi. Il segreto è quello di lasciare la sveglia lontana dal letto per costringere il corpo ad alzarsi e andare fisicamente a spegnere l’allarme.

Un altro buon rimedio è quello di ricercare immediatamente la fonte di luce solare, alzando le tapparelle, aprendo le tende, o addirittura affacciandosi dalla finestra per qualche minuto.

Bere dell’acqua appena svegli può servire a idratare il corpo dopo tante ore. Per una carica maggiore potete aggiungere del succo di limone all’acqua al posto del caffè. Per svegliarti davvero, inoltre, devi attivare immediatamente la mente magari ascoltando della musica o leggendo le ultime notizie di giornale. Allo stesso tempo è importante già prefissarsi gli obiettivi della giornata e gli impegni che dovrete assolvere durante le ore successive. Potete visualizzare il vostro programma giornaliero mettendolo nero su bianco con carta e penna.

LEGGI ANCHE >>> Non riesci a dormire? Ecco i migliori sonniferi naturali

A questo punto può tornavi utile pianificare le attività della giornata che vi aspetta già la sera prima di andare a dormire: magari preparate la borsa per il lavoro o la scuola, pensate al pranzo e ai vestiti che dovrete indossare. Ciò vi permette di vivere con meno ansia il mattino e concedervi maggiore relax. Un altro buon modo per rilassarsi è fare una doccia, che permette di rinfrescarsi dal torpore del sonno.