Stanche di ritrovarvi puntualmente l’acciaio della cucina pieno di aloni? Non disperatevi più: ecco cosa dovete assolutamente fare!

Prima di capire come pulire per bene l’acciaio è giusta capire di che materiale si tratti. L’acciaio è una lega di ferro o di carbonio che di solito viene utilizzate in qualsiasi cucina abitabile o commerciale.

acciaio

Oltre ad essere funzionale e resistente e anche bella da vedere a livello di arredamento. È facile da pulire, igienizzare e di solito l’acciaio è presente in cucina. I mobili più comuni sono il lavello, la cappa, il piano cottura e i vari strumenti da cucina e le rispettive padelle pentole.

Potrete finalmente dire addio agli innumerevoli errori fatti fino ad ora, seguendo piccoli ma efficaci consigli e utilizzando volendo anche dei rimedi naturali e non per pulirlo al meglio. Non potrete credere ai vostri occhi!

LEGGI ANCHE: Come pulire casa in poco tempo? Ecco da dove bisogna iniziare

Consigli e rimedi efficaci per pulire e igienizzare l’acciaio!

acciaio

Purtroppo l’acciaio a differenza di altri materiali è un prodotto che si sporca facilmente, attira molta polvere e se non pulito per bene possono rimanere quei fastidiosi e antiestetici aloni. Per fortuna è un materiale resistente, anche se bisogna avere molta cura per far si che col tempo non si rovini, si graffi o si ossidi perdendo così la sua naturale lucentezza.

L’ideale per averlo sempre lucido è quello di utilizzare prodotti specifici per l’acciaio anticalcare, infatti sulla confezione dovrà esserci scritto che è adatto a superfici metalliche e per rimuovere il prodotto dovrete utilizzare dei panni morbidi in microfibra che non rilascino pelucchi.

Evitate di utilizzare spugnette o pagliette abrasive, se non volete ritrovarvi la superficie o l’elettrodomestico graffiato. Lo stesso vale per i prodotti aggressivi come la candeggina, l’ammoniaca o l’acido muriatico. Inoltre non posizionate pentole bollenti sul piano in acciaio se non volete rovinarlo del tutto.

È possibile anche utilizzare dei rimedi naturali come l’aceto, il succo di limone, la cenere, l’alcol denaturato o il bicarbonato. In grado di lucidare e igienizzare per bene l’acciaio. Ovviamente si consiglia sempre di diluire il prodotto con dell’acqua.

Una volta scelto il prodotto non vi resta che risciacquare la zona e di asciugare il tutto con un panno morbido e asciutto. Noterete la differenze e non vorrete più farne a meno. Mentre se possedete in casa dell’acciaio satinato, potete optare per l’acqua ossigenata e del limone, il procedimento è sempre lo stesso.

Mentre se il vostro acciaio ormai è usurato e graffiato potrete acquistare in commercio della pasta abrasiva, come quella per le carrozzeria, dischetti abrasivi o del semplice olio d’oliva. Vi basterà passare il prodotto scelto sulla zona danneggiata e con un batuffolo di cotone eliminate l’eccesso.

LEGGI ANCHE: Pulizie di casa: i portentosi alleati che non ti aspettavi!

acciaio