Secondo la scienza il digiuno intermittente può aiutare a dimagrire chi ha bisogno di perdere peso. Ecco la dieta da seguire in modo sicuro senza compromettere la salute mentale.

[caption id="attachment_39619" align="alignnone" width="1280"]Dimagrire velocemente Dimagrire velocemente[/caption]

Secondo numerosi studi sull’argomento, pare che il digiuno sia un’arma vincente per quanti cercano di perdere peso. Digiunare a giorni alterni o due giorni a settimana permette di dimagrire più velocemente e in modo sicuro senza troppi effetti negativi sulla salute e sullo stato mentale della persona a dieta.

Stando si dati incrociati di oltre un centinaio di ricerche sul tema si evince che il digiuno a giorni alterni è utile per le persone obese e in sovrappeso nella loro lotta quotidiana nella perdita di chili di troppo. Ma come funziona questa dieta e perché è sicura?

Dimagrire in modo sicuro con la dieta del digiuno

[caption id="attachment_39621" align="alignnone" width="740"]Dimagrire digiunando Dimagrire digiunando[/caption]

Per perdere peso più velocemente esistono tre tipi di diete: una che prevede il digiuno a giorni alterni a zero calorie, ossia giorni di digiuno totale si alternano a giornate di alimentazione variegata e senza regole precise; una che prevede il digiuno a giorni alterni con un apporto giornaliero tra le zero e le seicento calorie; infine una che prevede lo schema 5:2, ossia il digiuno per due giorni a settimana sia consecutivi che disgiunti, con un tetto massimo di calorie ingeribili sempre di seicento.

LEGGI ANCHE >>> Niente paura dei chili di troppo presi in questi giorni, ecco la dieta riparatrice, da fare dopo le festività

Come commenta Laura Rossi, ricercatrice del Crea Alimenti e Nutrizione: “La perdita di peso è legata a una riduzione dell’introito calorico, nello specifico si dimagrisce perché l’organismo va in deficit di calorie e per produrre energia intacca le scorte, rappresentate dal grasso, spesso accumulato in cuscinetti proprio sulle cosce o sulla pancia“.

In pratica si tende a dimagrire perché ci si abitua con il tempo a questo stile alimentare e a ritmi più equilibrati a tavola, dove si eviterà di abbondare con il cibo: “La forte limitazione calorica ci abitua a riempirci meno il piatto e la pancia. E, di conseguenza, anche nei momenti di dieta libera saremo meno ingordi“, conferma l’esperta.

LEGGI ANCHE >>> La dieta per lui e per lei, come togliere 3 chili in una sola settimana

Dal punto di vista psicologico, dunque, queste diete permettono di non perdere i nervi, di evitare lo stress e l’ansia e di poter perseguire nell’obiettivo finale della perdita di perso: “Da un punto di vista psicologico sono percepite come meno punitive, perché è più semplice stare a stecchetto intere giornate o saltare singoli pasti, piuttosto che mangiare sempre poco“, commenta infine la dottoressa Rossi.