I pranzi e le cene delle feste non lasciano scampo alla salute: ma con una regola speciale non faranno male. Ecco di cosa si tratta!

I pranzi e le cene delle feste sono la classica occasioni per riunire tutta la famiglia. In questi momenti ci si siede a tavola e ci si cimenta in colossali abbuffate. Si inizia con un antipasto e si finisce con un’interminabile lista di sfizi dopocena, amari e dolci.

Tutto ciò, ovviamente, non è quanto di più indicato per la salute. Il colesterolo, la sensazione di pesantezza e il gonfiore: sono tutti rischi che si corrono durante i pasti grassi, lauti e abbondanti. 

Tuttavia i pranzi e le cene delle feste non faranno più male se si segue questa semplice regola: ecco di cosa si tratta!

Addio malessere dopo i pranzi e le cene delle feste: basta seguire questa regola!

Quante volte ci siamo alzati da tavola con un’intensa sensazione di gonfiore e di pesantezza! Gli effetti delle grandi abbuffare dopo i pranzi e le cene delle feste sono davvero questi per tutti e sono quanto di meno indicato ci sia per la salute.

In molti, infatti, hanno la cattiva abitudine di permanere a tavola il meno possibile ingurgitando tutto in tempi davvero rapidi. Questo è un comportamento che a lungo andare può rivelarsi davvero dannoso per la salute: a rivelarlo, infatti, è uno studio.


LEGGI ANCHE: Colesterolo alto, non dipende da cosa mangiamo ma da come: la scoperta scientifica


Secondo una ricerca pubblicata sul Journal of Translational Medicine, permanere più tempo a tavola consumando con lentezza il pasto e assaporando ogni boccone può avere effetti benefici sul nostro corpo. In particolare, questa buona abitudine aiuta il metabolismo e riduce il rischio di sviluppare il colesterolo alto. 

Mangiando lentamente, infatti, si avvertirà prima il senso di sazietà e si riuscirà anche a controllare la quantità di ciò che si mangia e l’importo calorico assunto. 

Le brutte abitudini dei pranzi e delle cene durante le feste: lo studio che dimostra una regola

Questo studio tutto italiano è stato condotto prendendo un campione di 184 persone affette da obesità. In particolare, sono state indagate le loro abitudini alimentari e i loro comportamenti a tavola compresa la durata media dei pasti. 


LEGGI ANCHE: Come abbassare velocemente i trigliceridi e il colesterolo dopo le abbuffate


Confrontando i dati, dunque, quello che è emerso ed è sembrato chiaro ai ricercatori è che consumare i pasti in gran velocità comporta numerosi rischi. In particolare, ad aumentare non è solo il rischio di sviluppare malesseri a fine pasto, ma anche quello di perdere il controllo sui propri livelli di colesterolo.

Le feste, dunque, potrebbero essere il giusto pretesto per cominciare ad adottare abitudini più sane delle quali il corpo potrebbe beneficiare per tutto il resto dell’anno.

Pasti festività